Transazioni: presentate più di 6500 domande


 

Riportiamo qui di seguito il comunicato pubblicato sul sito del Ministero della salute.

Il Ministero della Salute, nel rispetto di quanto stabilito nella legge Finanziaria per il 2008, e nel decreto-legge collegato, si avvia a definire accordi transattivi con i soggetti che abbiano subito un danno da trasfusioni, somministrazioni di emoderivati infetti e vaccinazioni obbligatorie allo scopo di estinguere una notevole parte del contenzioso in materia di risarcimento del danno, instaurato prima del 1° gennaio 2008, e su cui non si sia nel frattempo formato un giudicato. Le leggi citate ricomprendono tutte le patologie e le categorie ipotizzabili: talassemia, altre emoglobinopatie, anemie ereditarie, emofilia, emotrasfusione occasionale con sangue infetto e danno da vaccinazione obbligatoria..”

Tutti i legali che hanno il mandato per la difesa in giudizio di tali soggetti sono stati invitati a presentare le domande di adesione alle transazioni dal 22 ottobre 2009 al 19 gennaio 2010, secondo le modalità contenute nella circolare n. 28/2009 del 20/10/2009, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 246 del 22 ottobre 2009, e quanto stabilito dal regolamento approvato con Decreto Ministeriale 28/04/2009, n.132.
Per l’acquisizione delle domande di adesione, nei termini sopra indicati, questa Amministrazione ha realizzato un sistema telematico, denominato Sistema RIDAB, che in modo semplice e chiaro ha permesso al legale di effettuare la domanda di adesione ed allegare la documentazione necessaria direttamente dal proprio computer.
Ove l’interessato non abbia potuto motivatamente avvalersi di tale modalità, è stato possibile inviare la domanda, corredata dei dati riportati sullo specifico modulo scaricabile e della relativa documentazione, per posta raccomandata.
La presentazione delle richieste sia on line che tramite posta è stata chiusa il 19 gennaio 2009. Il sistema RIDAB non consentirà più l’inserimento delle domande di adesione alle transazioni ma solo la visualizzazione di quando già inserito. Non saranno più accettate istanze per posta con data di invio successiva al 19 gennaio.

Sono giunte complessivamente oltre 6500 istanze di cui 5445 per via informatica . Dal giorno 20 gennaio 2010 ha inizio l’istruttoria delle domande presentate. In caso di necessarie integrazioni alle istanze presentate i legali saranno contattati direttamente dall’Ufficio.

Per ogni ulteriore notizia relativa alla procedura transattiva in corso, resta attiva la casella di posta elettronica transazioni.ridab@sanita.it e il numero 0659943135 dal lunedì al venerdì con il seguente orario: dalle ore 10 alle ore 12″.

Se ti e' piaciuto l'articolo condividilo su Facebook cliccando il pulsante qui sotto.