Risarcimento: danno futuro risarcibile se “rilevantemente probabile”


Con sentenza n. 10072 del 27 aprile 2010, pubblicata su Foro it. 2010, I, 3393, la Cassazione ha stabilito che il danno futuro va risarcito anche qualora sia soltanto “rilevantemente probabile“.

La Corte ha innanzi tutto correttamente osservato che “la certezza che deve sussistere per rendere risarcibile il danno futuro non è la stessa di quella che caratterizza il danno presente“, precisando anche che per risarcire un danno futuro “non basta la mera eventualità di un pregiudizio futuro“, essendo “invece sufficiente la fondata attendibilità che esso si verifichi“: e questo accade ogni volta che tale pregiudizio appare “come il naturale sviluppo di fatti concretamente accertati ed inequivocabilmente sintomatici di quella probabilità, secondo un criterio di normalità fondato sulle circostanze del caso concreto“.

Alberto Cappellaro

 

Se ti e' piaciuto l'articolo condividilo su Facebook cliccando il pulsante qui sotto.