Transazioni: comunicato stampa di Giulio Buffo del 14/6/2011


Trascriviamo qui di seguito il comunicato stampa di Giulio Buffo, membro della segreteria politica di Futuro e libertà e responsabile di Arcipelago Nazionale, emesso il 14 giugno 2011 a commento dell’incontro tra il capo segreteria della Presidenza della Camera dei deputati e una delegazione del Comitato vittime sangue infetto, che ce l’ha gentilmente inviato.

I malati da sangue infetto hanno deciso di cominciare uno sciopero dei medicinali direttamente il giorno della manifestazione, che si terrà il 21 giugno a Piazza Montecitorio e davanti al Ministero dell’Economia. Lo sciopero proseguirà finché una delegazione non sarà ricevuta dal ministro Tremonti.  Non si riesce a capire perché il Governo non abbia portato a termine l’iter di approvazione definitiva del decreto legge  in favore delle vittime da sangue infetto. Dopo l’avvio d’esame del 4 maggio in Consiglio dei Ministri, il decreto legge è stato ‘bloccato’ dal ministro Tremonti per supposti tecnicismi. Le ultime informazioni lo davano inserito nella prossima manovra economica. Notizia smentita oggi da rappresentanti del Governo. Sono ormai oltre 50 giorni che migliaia di persone in Italia vivono momenti di fibrillazione e angoscia alla luce delle informazioni intermittenti e contraddittorie che giungono. Vorremmo sapere che fine abbia fatto il decreto legge, se i suoi contenuti saranno ricompresi in un altro provvedimento, se qualcuno nel Governo possa mettere fine a una dolorosissima vicenda che dura da venti anni e che ha visto lasciare sul ‘campo’ centinaia di morti, mentre migliaia  persone proseguono a combattere contro una malattia contratta a  causa dalla delinquenza di apparati dello Stato. La disperazione ha indotto vari comitati a organizzare una manifestazione per il 21 giugno, che, sulla base delle condizioni di salute dei partecipanti,  potrebbe potrarsi a oltranza“.

Se ti e' piaciuto l'articolo condividilo su Facebook cliccando il pulsante qui sotto.