Indennizzo ex lege 210/92: importi per il 2020 90


Gli importi ex lege 210/1992 dovuti per l’anno 2020, ottenuti applicando un tasso di rivalutazione pari allo 0,80%, sono i seguenti:

Categoria

Bimestrale

Prima

1791,00

Seconda

1763,58

Terza

1736,34

Quarta

1708,99

Quinta

1681,59

Sesta

1654,15

Settima

1626,79

Ottava

1599,36

 

Alberto Cappellaro e Sabrina Cestari

Se ti e' piaciuto l'articolo condividilo su Facebook cliccando il pulsante qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

90 commenti su “Indennizzo ex lege 210/92: importi per il 2020

  • Giuseppe Sasso

    Egregio Avvocato, vorrei sapere gentilmente, a chi inviare la domanda per ottenere il riconoscimento dell’indennizzo integrativo previsto per doppia patologia. Preciso che la commissione medica dell’ASL NA3Sud per l’accertamento dell’Handicap il 18/11/2016 fra le altre diagnosi scriveva: Pregresso trapianto epatico + splenectomia (25/12/2008) per cirrosi HCV. Cardiopatia ipertensiva. Ai sensi dell’art.4 della L.5/12/1992 n.104, la C.M. riconosce l’interessato: PORTATORE DI HANDICAP (COMMA 1) art.3). Già riconosciuto i.c. al 100% nel 2008. Ipertensione senz’altro provocata dall’assunzione degli immunosoppressori. Il documento che attesta ciò è valido o sono necessari altri documenti o visita mediche? Nel ringraziarla del riscontro, La saluto cordialmente.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ giuseppe
      la domanda di doppia patologia deve essere presentata all’ente che eroga l’indennizzo ordinario.
      per le altre domande, trattandosi di profili medici, deve sentire un medico legale.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

  • Annunziata

    Grazie mille avvocato per la sua chiarezza per quando riguarda il prodotto interno lordo, comunque mi riferivo a l’ indennizzo non ad altre forme assistenziali. Cordiali saluti.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ annunziata
      se parla di indennizzo ex lege 210/92, le somme sono stabilite per legge, sulla base di una tabella, e vengono annualmente rivalutate sulla base del tasso di inflazione programmato.
      se parla di altri tipi di indennità deve rivolgersi ad un patronato, anche se non mi risulta che il PIL costituisca indice di calcolo dei benefici assistenziali o previdenziali.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

      • Annunziata

        Gentilissimo Avvocato buongiorno. Volevo chiederle se l’ indirizzo legge 210/92 rientra nella riversibilita’ del coniuge. Grazie mille per la sua disponibilità e gentilezza. Cordiali saluti Annunziata

        • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

          @ annunziata
          se il danneggiato muore a causa della malattia i familiari più stretti, secondo un ordine stabilito dalla legge, hanno diritto a chiedere la reversibilità per 15 anni o una somma una tantum.
          cordiali saluti
          alberto cappellaro

        • Angelo

          Salve avvocato, volevo sapere mia mamma percepisce l indennizzo da marzo 2019,ma un domani che viene a mancare come si procede. Grazie avv SALUTI ANGELO

          • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

            @ angelo
            alla morte di sua mamma l’indennizzo cesserà, se il decesso verrà provocato dalla malattia lei o altri familiari più stretti, secondo un ordine stabilito dalla legge, potrete chiedere la reversibilità per 15 anni o una somma una tantum di circa 77 mila euro.
            cordiali saluti
            alberto cappellaro

  • ALEXS

    BUONASERA FRANCESCA KR, SONO DELLA REGIONE CALABRIA HO APPENA VISTO SUL CONTO CORRENTE POSTALE CHE MI ANNO ACCREDITATO IL 2°BONIFICO!

    • Giuliano

      Buongiorno Avvocato
      Volevo sapere se rinunciando a l’eredità per questioni legate ai debiti. Ho diritto alla reversibilità in caso di morte dovuta a l’infezione da epatite c

      • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

        @ giuliano
        i benefici che può chiedere l’erede del danneggiato deceduto a causa della malattia, ovvero l’assegno una tantum e l’assegno reversibile, sono diritti propri dell’erede, non si tratta quindi di pretese facenti parte del patrimonio del deceduto, trasmissibili in via ereditaria.
        pertanto l’erede dovrebbe rimanere legittimato a chiederli, anche qualora rinunci all’eredità del danneggiato, rinuncia che quindi per lei non dovrebbe avere effetti.
        tenga però presente che è capitato che enti preposti a istruire la pratica in via amministrativa abbiano invece erroneamente considerato i predetti diritti come ereditari, se così accadesse la sua domanda verrebbe respinta e lei si vedrebbe costretto a ricorrere a un giudice.
        cordiali saluti
        alberto cappellaro

  • pinuccio

    Regione Calabria ha pubblicato i decreti di pagamento del 2° bimestre, manca la 7^ Ctg che sarà pubblicata successivamente

  • Marco

    Riguardo la regione Abruzzo .le determine da Pescara vengono lavorate all’ aquila..che poi le manda in banca alla fine del bimestre .in teoria il bonifico dovrebbe arrivare il 4/5 maggio..se hanno anticipato due tre giorni verso il 30 aprile ci saranno

  • michele lise'

    buongiorno tempo fa contattai il responsabile dell’asl di Piacenza perche’ non era ancora arrivato il mio bonifico ed era il 20 di febbraio e mi rispose che avevano tempo fino alla fine del mese,Quindi non hanno una data precisa per il pagamento.
    Buona giornata

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ michele
      le date di pagamento in realtà ci sono e sarebbero 28 (o 29) febbraio, 30 aprile, 30 giugno, 31 agosto, 31 ottobre e 31 dicembre ovvero l’ultimo giorno del bimestre, che deve essere liquidato in via posticipata.
      di solito l’unica amministrazione a rispettare questi termini è il MEF (ministero dell’economia e delle finanze), che però ormai liquida una parte minima degli indennizzi.
      le regioni o le asl, invece, raramente li rispettano.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

  • pinuccio

    Amici del blog per esperienza personale negativa sono restio a comunicare privatamente, non sono competente riguardo la L. 210 e pertanto non in condizioni di dare risposte e chiarimenti esatti e legali. Per questo abbiamo la disponibilità del nostro caro avvocato Cappellaro che alle richieste, dà sempre risposte e consigli esatti che interessano tutti i frequentatori del blog. Io avendo qualche amicizia personale, ripeto personale e non politica informo gli amici dell’andamento del pagamento dei bimestri, solo quando ho la certezza del 100% per non dare delusioni agli amici Calabresi. Su richieste sul blog e ne sono a conoscenza, sono felice di potermi relazionare. Ringrazio della fiducia che mi danno gli amici Battista Giovanni e Francesca e li saluto caramente, buona Domenica a tutti.

    • Tina

      Concordo con Arturo, l’indennizzo viene accreditato ogni bimestre, quindi il secondo bimestre (marzo/aprile) verrà accreditato a maggio. In genere entro il giorno 10. A Milano si arriva anche al 15 . Buona giornata a tutti. Tina da Milano

  • s.g.

    Gli indennizzi non si dichiarano sono pari a pensioni di infortuni sul lavoro o a pensioni di guerra.La legge attuale dice questo.

  • Leonardo

    Buongiorno volevo chiedere ma l’indennizzo ex 210/1992 quindi arretrati e bimestri devono essere dichiarati con il 730 o sono esentati dal reddito? Qualcuno mi sa dire…
    Grazie

  • anna

    La regione calabria pagherà l indennizzo,il secondo bimestre e vista la situazione covid 19 c e qualke rischio di non percepire piu nulla?

  • Fabrizio

    Salve Giusy io a Roma lo percepisco dal 1995 ed è sempre arrivato l’ultimo giorno lavorativo del bimestre ,,,,,quindi a Roma per chi lo riceve dal MEF arriva il 30aprile,chi viene pagato da altri tipo Asl non so’ ,buona serata a tutti….

    • fabio

      Buonasera Giusy io sono di roma ma non sapevo che il II bimestre veniva anticipato di solito viene pagato fine aprile inizio maggio.
      Non ho notizie in merito.
      Ciao e buona serata

    • didi'

      Ciao Giusy anche io faccio parte della Asl Romab. Credo che ci siano dei ritardi, perché l’indennizzo è stato sempre versato prima di Pasqua e ancora niente

  • ALEXCS

    FACCIO I MIGLIORI AUGURI DI UNA BUONA PASQUA ALL’AVVOCATO ALBERTO CAPPELLARO, E ALL’AVVOVATO SABRINA CESTARI CHE SONO COSI GENTILI CON NOI A DARCI RISPOSTE ALLE NOSTRE DOMANDE E A TUTTI I FREQUENTATORI DEL
    BLOG,E CON LA SPERANZA CHE USCIAMO IL PIU’ PRESTO POSSIBILE DI QUESTA PANDEMIA CHE CI HA COLPITI!

  • Silvia

    Io riscuoto l indennizzo mensilmente dalla mia asl di competenza il 10 di ogni mese ma oggi non è arrivato il
    Bonifico che mi arriva sempre regolare ormai da più di 15 anni. Ho mandato una mail all asl ma non mi hanno risposto. Cosa devo fare?

    • ARTURO

      @Silvia,
      come fa a ricevere l’indennizzo ogni mese visto che il pagamento della 210/92 avviene ogni bimestre (due mesi), da sempre?
      Oppure sta parlando di altro indennizzo !!!

  • osmanantonio medea

    gent/mo avvocato cppellaro
    ho vistosu questo la nuova tabella del 2020.
    lal usl lecce/1 mi ha gia’ corrisposto i due indennizzi dei bimestri gen.feb. 2020e marz.april.2020 di € 1.586.67 ogni rateo.
    secondo l’aumento della tabella 2020 dovrei ricevere un arretrato per i due bimestri di
    € 26,25,38 .perche’ ho visto che il rateo bimestrale del 2020 e’ di 1.599,36 8 categ.
    vorrei gentilmente sapere se tale somma verra’ pagata in automatico o bisogna fare qualche richiesta ufficiale.
    sentiti saluti.
    grazie per la risposta
    osman medea

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ osman
      le aziende dovrebbero applicare la tabella in automatico, le conviene comunque contattare l’ufficio per capire la ragione del mancato adeguamento.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • Marta

    Buongiorno Avvocato! Può dirmi se cambia qualcosa ai fini dell’indennizzo e quindi se va comunicato alla propria Asl di residenza se una persona ha il domicilio in una regione diversa dalla residenza? Grazie infinite!

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ marta
      non ho precedenti riguardanti i miei clienti, quindi non so risponderle con precisione.
      credo comunque che l’indirizzo che conti per la liquidazione sia quello di residenza.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro