Indennizzo ex lege 210/1992: importi per il 2018 505


Pubblichiamo qui di seguito gli importi dei bimestri dovuti ex lege 210/92, determinati dal Ministero della salute previa applicazione, sui ratei dell’anno precedente, di un tasso di inflazione programmato pari all’1,7%:

Categoria

Bimestrale

Prima

1755,73

Seconda

1728,85

Terza

1702,15

Quarta

1675,33

Quinta

1648,45

Sesta

1621,57

Settima

1594,74

Ottava

1567,86

 

 

Alberto Cappellaro e Sabrina Cestari

Se ti e' piaciuto l'articolo condividilo su Facebook cliccando il pulsante qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

505 commenti su “Indennizzo ex lege 210/1992: importi per il 2018

  • marina

    Qualcuno sa se bisogna fare la rivalutazione dal2013 al2019 anche perché si dovrebbe chiedere dopo dieci anni anche senon sono ancora passati2002 2011 gia presi da un po di tempo ed e giusto che si rifaccia vorrei saperne di piu

  • Edoardo

    Concordo anch’io meglio SPERANZA CHE GRILLO penso sia più riflessivo, obbiettivo, dalla parte dei cittadini . Comunque dovrà rivedere tutto dossier lasciato in eredità e tempo ne passerà almeno fino alla fine dell’anno, credo. Tutto dipende dalle finanze pubbliche, legge di bilancio in primis da approvare il mese prossimo da lì si capirà se verrà rivista legge 210 come invalidità civile, pensioni invalidità, ecc… Poi capire se verrà modificata chi saranno i soggetti interessati, a logica, non credo i malati cronici/malattia degenerativa anche con cure , nuovi farmaci innovativi e concordo anche gli eredi dei deceduti non verranno toccati da tale e eventuale revisione, anzi se toccati Lo Stato dovrà risarcire tanti soldi per quest’ultimi con cause civili e penali… Restano solamente gli ammalati con virus o silente o in standby che non peggiora la malattia con le nuove cure ma togliergli questo diritto giusto causato da Malasanita’ passata, è impresa ardua, SPERANZA forse ci ragionera’ molto . Il mio pensiero è che lascerà tutto invariato è questione delicatissima , anche in fase di eventuali future elezioni, se vogliono governare da soli e non con l’incubo di vedersi scavalcare da chi ha mollato tutto in Agosto us… Non si farà mettere i piedi in testa dal suo socio.. Per ora stiamo tranquilli e sereni , con i piedi per terra, facciamo tutti un bagno di realtà, e vedremo verso Novembre gli sviluppi…

    • andrea

      Ciao Edoardo, mi trovi completamente d’accordo, penso che per una cifra così esigua mettere le mani sopra una vicenda così triste e incasinata non convenga al nuovo Governo e al nuovo Ministro. Nel caso lo facessero…come ho scritto già una volta io personalmente lotterò fino alla fine con ogni mezzo e risorsa.
      Bisogna difendere un danno causato da chi non ha saputo fare il proprio mestiere e che certo non si esaurisce con quattro pastiglie e una pacca sulla spalla. Comunque come dici tu stiamo tranquilli e vediamo come evolvono le cose.
      Un saluto

  • andrea

    Ciao a tutti, io con Speranza sono più tranquillo….anche perchè sarebbe una vera crociata contro le persone che hanno sofferto l’anima del diavolo e che tantissime hanno spesso anche di soffrire purtroppo. I soldi devono andarli a prendere da chi si compra la barca di 20 metri con i soldi evasi al popolo.
    Comunque vedremo….una cosa è sicura per noi meglio questo Ministro che quello precedente. Almeno anche la Boldrini potrà andare a parlare con una persona della sua stessa parte politica.

  • Marcello

    Al 99% La ministra Grillo viene riconfermata da ultime news… Temo sulla revisione della legge a questo punto visto che gli alleati non batteranno ciglia… e non si opporranno. Comunque mi sono informato c/o una associazione e se viene toccata riguarderà solamente gli infettati che con cure specifiche la malattia non sia peggiorata, per chi invece è in stato di malattia avanzata cronica non migliorativa non viene toccato nulla come pure agli eredi in quanto trattasi di risarcimento ai congiunti a seguito di decesso. Questi ultimi al massimo faranno causa se viene toccata per un lauto risarcimento in altra forma… Al momento ancora nulla di concreto c’è, bisogna vedere se in modo celere vogliono modificare il tutto per far cassa entro fine anno.. Bisogna stare purtroppo in campana e valutare con avvocati se verrà modificata per fare ricorsi…

    • fabio

      Salve Marcello, ho delle perplessità in merito a quanto scritto sulla revisione della legge, secondo il mio modesto parere sarà modificato (spero di no) a prescindere da chi sta al potere ,gialli rossi o verdi cambia poco!. Per quanto riguarda quello che ti ha riferito l’associazione sono solo alcuni scenari che potrebbero verificarsi il giorno che metteranno mano alla revisione , ma di concreto non ce nulla se non la circolare del ministero di dicembre scorso. Sempre vigili
      Buona serata

  • Marco

    Buongiorno, qualcuno ha notizie sul bimestre luglio agosto in Abruzzo? La regione a Pescara. Dice che ci vorranno ancora giorni per inviare le DETERMINE di pagamento.e possibile che solo con questo indennizzo esistono sempre problemi ?

  • maria

    Fatto causa nel 2011 vinto nel 2018 ma non si vede ancora nulla hanno detto al mio legale che sto in graduatoria per essere rimborsata voi quanti anni avete atteso per vedere qualcosa ?

    • Tina

      Buongiorno Maria, parli di rivalutazione , quindi degli arretrati? Anche io aspetto gia’ da parecchio tempo(anni) e questa estate d’accordo con il mio avvocato abbiamo avviato ricorso al Tar. Ogni caso però non è lo stesso, infatti c’è chi ha ricevuto gli arretrati già da tempo (sempre che tu ti riferisca a questi) .

  • Pietro

    Regione Molise, CI RISIAMO: ho chiamato, è di nuovo tutto SOSPESO!!! Accampano scuse per evitare di pagare il bimestre maggio-giugno ed il conguaglio del bimestre precedente (manca l’ok del Commissario, la firma ecc) ……
    Vediamo come va a finire!

    • Simone

      Va a finire che l’Italia è una sola è indivisibile con queste regioni province hanno scassato la M…… A qui invece di andare avanti si torna indietro fanno litigare pure tra malati una regione ha pagato una no chi è più efficiente chi no Ooo ma che popolazione c’è in questo lembo di terra oramai una regione d’ UE e dai….

  • Luca

    Buongiorno a tutti.
    volevo sapere sae quacuno sa dirmi se la regione Friuli Venezia Giulia ha pagato regolarmente il bimestre luglio agosto, e in quale data.
    grazie Luca da Udine

      • Luca

        Il mio e un caso a parte maggi giugno forse li hanno pagati con gli arretrari che mi dovevano dal 2008! Ho fatto causa al tribunale ordinario e poi al TAR e un mese fa mi hanno liquidato con bonifico senza specificare nel dettaglio le voci, ho chiesto un estratto conto ma dal ministero nulla quindi devo capire se pagheranno con luglio ma volevo sapere piu o meno la mia tegione quando paga di solito .

        • Michele

          Ciao Luca
          Anche io ho fatto ricorso al tar per i cosiddetti arretrati. Ho fatto la causa lo scorso 3 luglio! Dopo quanto tempo l’hanno liquidata? Grazie

          • Tina

            Buongiorno, scusate Michele e Luca se mi intrometto, anche io (tramite il mio avvocato)ho fatto ricorso al Tar da poco, sarei interessata a capire i tempi, perché è davvero tanto che aspetto e non lo trovo giusto, ma vabbe’ questo si sa. Grazie

  • Rino

    Già il solo fatto che qualche Regione ‘ a macchia di leopardo ‘ non ha pagato regolarmente l’ultimo bimestre fa pensare…. Poi tale silenzio da parte del Ministero della Salute dal 10.12.18 ad oggi non so se sia positivo o negativo… Possono anche tranquillamente dal prossimo bimestre sospendere i pagamenti accampando scuse, a tempo indeterminato , per ovviare a una modifica in Parlamento per la revisione, è un opzione sicuramente più facile , fatta sordina per evitare scontri media, social, associazioni di categoria , legali , diretti interessati, manifestazioni a Roma… Non si può ancora dire ad oggi che tutto resti invariato . Speriamo nei prossimi bimestri
    Ci sono tagli alla Sanità, ci sono da reperire risorse per la prossima legge di bilancio, trovare risorse per evitare la procedura d’infrazione a Luglio pv. Speriamo che per quelle Regioni che pagano direttamente i bimestri non vengano fermati i fondi destinati ai pagamenti.. La situazione è ancora molto confusa e delicata. Attivarsi poi a revisione fatta la vedo molto dura…..

  • Carmela

    Buonasera, qualcuno ha notizie in merito al pagamento degli arretrati per gli eredi dei beneficiari deceduti regione Calabria?

  • Giuseppe

    Cara Tina di solito è vero il 10 Regione Lombardia Milano fa partire mandati pagamento, 11/12 us. cadevano sab/dom diamo tempo alle banche… Se entro venerdì 17 se nulla arriva allora sì bisogna iniziare a preoccuparsi… Ma credo i guai arriverranno dal 3 bimestre quello di Luglio in avanti da come si legge tra i vari post/altri utenti/associazioni di settore e nessuna smentita di archiviazione o non messa mano a tale legge da Ministro della Salute . Può intervenire tranquillamente penso senza una modifica della legge, sospenderli con minuzie di giochini ‘finiti fondi al momento’ oppure ‘ in attesa di stanziare fondi’ così facendo passano molti mesi… se non anni… risolto per loro il problema ….

  • Terenzio

    Buona sera a tutti. Come mai ancora ad oggi tramite Ministero/ministro Grillo non c’è stata ancora nessuna risposta circa l’archiviazione o revisione legge in base al documento informativo di circa 5 mesi fa? Bisogna iniziare a preoccuparsi? Leggendo le varie news,pubblicazioni, delle varie Associazioni, non c’è da stare tranquilli, anzi le stesse sono alquanto preoccupate. Secondo voi bisogna aspettare che venga modificata per poi agire non so tramite Associazioni o legali o come dice il proverbio ‘meglio prevenire che curare’, già attivarsi sin d’ora? Il solo fatto d’aver modificato legge sui vitalizi ai parlamentari in modo celere , potrebbero intervenire anche qui in modo celere? Speriamo che non ci sia una brutta sorpresa dai prossimi bimestri luglio in avanti? Sto dicendo delle pazzie?
    Terenzio

    • Fabio

      Buona sera Terenzio, certo un po’ di preoccupazione c’è da parte di tutti comprese le associazioni che comunque si sono mosse in merito alla revisione incontrando i rappresentanti del MDS e chiedendo di mettere nero su bianco le rassicurazioni ricevute nell’incontro, ora non possiamo fare altro che attendere certo non fà piacere questa situazione considerando quello che abbiamo passato e tutto quello che ne è scaturito. Buona serata a tutti

        • Giuseppe

          Ok Luca qui Lombardia Milano /Asl centrale mette mandati di pagamento intorno al 10 di ogni mese poi dipende dalle banche in 3/4 gg arriva speriamo da noi in settimana … ma se da altre Regioni il secondo bimestre è arrivato non dovrebbero esserci problemi altrimenti il blocco dei pagamenti si riferiva a tutte le Regioni. Come dicevo speriamo nel 3 bimestre luglio pv che non ci siano sorprese…

      • Tina

        Ciao Giuseppe, credo che domani o giovedi ci saranno . Per il resto ha già risposto più volte l’avvocato Cappellaro e mi attengo alle sue parole . Buona giornata a te , a tutti.

    • Tina

      Qui in Lombardia (Milano) non è ancora stato pagato secondo bimestre , in genere il 15 (dovrebbe essere il 10 stando a quello stabilito da LORO) . Buona giornata a tutti. Tina

  • Simone

    Bruno anche io regione Marche ho telefonato anche io in regione solita risposta la regione non può pagare tutto e si colpevolizza lo stato che è inadempiente il solito giochino delle tre carte… Però a differenza noi ogni scadenza di tasse bollette è altro dobbiamo pagare puntuale altrimenti ne paghiamo le conseguenze… Questo paese è continuamente amministrato da mariuoli che confondono la mente con le solite minchiate milioni di promesse ma di concreto sto cazzo….

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ simone
      le ricordo che sta pubblicando sul sito di un avvocato, la invito pertanto ad adeguare il suo linguaggio o cestinerò i suoi post, come già fatto in passato.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

    • Terenzio

      Speriamo bene ,Fabio. Poi leggendo meglio tale informativa del Ministero/Ministro Grillo, non capisco bene a chi è rivolta questa eventuale modifica a tutti ? Solamente a chi si è sottoposto alle nuove cure innovative? Per coloro che non si sono sottoposti a tali farmaci e non peggiora la malattia resta tutto invariato? Agli eredi cui è mancato un familiare a seguito patologia resta tutto invariato? Bisogna rifare nuova domanda alla commissione medica ? Si diceva nel documento di indirizzo del dicembre 2018 che bisognava rivedere i criteri di valutazione delle commissioni mediche che hanno valutato gli indennizzi, quindi temo che le commissioni mediche CMO siano superate e andare presso commissioni mediche Asl per continuare ad ottenere i bimestri dopo valutazione e benestare? Anche i criteri dei pagamenti se ho compreso bene, non stanno più bene al Ministro: alcuni pagati dalle Regioni statuto ordinario/speciale altri dal Ministero quindi pagamenti verranno erogati da Inps per monitorare meglio le spese?

    • Gaetano

      ULTIMI AGGIORNAMENTI DEL 19.3.19
      Il testo al Senato della Repubblica si può visionare presso la federazione United. L’ho letto ma è difficile estrapolato.
      Bisogna fare un bagno di realtà: tra Def 2019 ed eventuale spending review dopo il mese di Luglio 2019 speriamo che non si siano tagli su tale legge….
      Poi come fanno a stabilire chi né ha ancora diritto o meno tra eredi/ malati guariti???/malati cronici. Chi fa controllo? Già tra Stato/Regioni/Comuni come pure INps/agenzia delle entrate non si interfacciano in tempo reale.. Speriamo che non ci siano tagli a tutti indistintamente….

      Interrogazione Parlamentare in riferimento alla legge 210/92
      La Federazione United dopo essere venuta a conoscenza ed aver approfondito l’atto di indirizzo del Ministero della Salute, in riferimento alla rivisitazione della legge 210/92 relativa agli indennizzi, si confronta, tramite la Senatrice Boldrini, con Ministero della Salute.

      Si ricevono rassicurazioni immediate, da parte del Vice Capo Gabinetto del Ministro, che nulla sarebbe stato modificato. Il presidente United, nella giornata del 20/12/2018, ricevuto dallo stesso Vice Capo Gabinetto, ottiene le medesime rassicurazioni. Nella stessa giornata si sono tenuti gli incontri con Fedemo (Federazione Emofilici) e Epac.

      United si è attivata, sfruttando diversi canali e contatti, per avere un confronto diretto con il Ministro della Salute, che alla data odierna non è mai avvenuto, ne con la nostra Federazione ne tanto meno con la Fedemo o altre organizzazioni coinvolte nella legge 210/92.

      Il 16/01/2019 siamo stati ricevuti come UNITED, nello studio dell’Onorevole Lorefice (Presidente di Commissione Affari Sociali) , e subito dopo in seduta plenaria con anche il segretario del Ministro e altri come Fedemo (vedi articolo Incontro alla Camera dei Deputati, Roma 16 Gennaio 2019). In quella occasione seguirono nuovamente delle rassicurazioni sulle intenzioni del Governo di non mettere mano alle linee di indirizzo di revisione della Legge sugli indennizzi, ma si chiese a gran voce, alla Presidente della Commissione e al Segretario del Ministro, di far stilare un comunicato, o circolare Ministeriale, per ufficializzare questa posizione di non intervento sulla revisione lg.210.

      Nello stesso pomeriggio abbiamo incontrato in Senato la Sen. Boldrini, che si è dimostrata disponibile a formulare una interrogazione parlamentare al Ministro della Salute. Il gruppo di lavoro con Fedemo, decise  di muoversi in tal modo: chiedere e proporre alla Presidente Lorefice e/o deputati dei 5 stelle di presentare  loro stessi una interrogazione parlamentare al Ministro, sperando e credendo che in tal modo il Ministro fosse stato più motivato nel fornire la giusta risposta e per agire nei tempi piu’ brevi possibili.

      Si rimase intesi di concedere loro una ventina di giorni, e se nessuna notizia fosse arrivata da loro, come di fatto è successo fino ad oggi, avremmo invitato la Sen. Boldrini a procedere con l’interrogazione. L’obiettivo di tale azione è quello di ricevere una risposta formale ed istituzionale sulla volontà o meno di procedere con la rivisitazione della legge 210/92 con indicato nell’atto di indirizzo e di programmazione.  Ecco il testo dell’interrogazione depositata , ma la risposta, realisticamente, potrebbe esserci in un mese o due.

      Crediamo di aver agito in modo corretto e di non esserci, come doveroso, accontentati di semplici rassicurazioni verbali. Avremmo potuto fare di piu’?? Forse, ma di certo non si potrà dire che non ci siamo attivati per avere risposte certe e concrete e non negative per tutti noi.

  • marco

    FACCIAMO UN PO DI CHIAREZZA!!!

    http://www.unitedonlus.org/incontro-camera-deputati/

    Incontro alla Camera dei Deputati, Roma 16 Gennaio 2019

    united incontro camera deputatiRoma, 16 gennaio 2019 – Oggi alla Camera dei deputati si è tenuto un’incontro tra l’On. Marialucia Lorefice, Presidente della XII commissione affari sociali, e con il dott. Marcello Spirandelli, responsabile della segreteria del Ministro della Salute e una delegazione di Associazioni che si battono per la salvaguardia dei diritti degli emo-danneggiati, per avere alcuni chiarimenti in riferimento alla legge 210/92.

    Alle ore 11.30 UNITED con il Presidente Orlandi, Il consigliere G.Tavolino, la Prof.ssa Mangia e il paziente M.Mantovani, hanno avuto un incontro riservato e specifico per le nostre patologie, nell’ufficio del Presidente XII Commissione Affari Sociali della Camera dei deputati, con On.le Marialucia Lorefice.

    Abbiamo subito tenuto a chiarire che United, tutte le nostre Associazioni e i pazienti ritengono il tema “rivisitazione legge 210 ed indennizzi” da non trattare assolutamente e da non metterci mano. Grazie alla Prof. Mangia, che dal punto di vista clinico e scientifico ha specificato e spiegato, alla nostra interlocutrice, che eradicare il virus non significa “guarire”, ma semplicemente eliminare un’infezione; inoltre ha illustrato con grande efficacia le molteplici motivazioni per le quali il soggetto talassemico e drepanocitico, anche se eradicati dal virus, mantengono purtroppo, proprio per la patologia in se di cui sono portatori, sempre un grado di rischio molto elevato per il fegato coinvolto in diverse complicanze. Da parte di United abbiamo fatto anche comprendere che un eventuale passaggio a commissioni valutative sarebbe uno stillicidio.

    united montecitorio

    Con Il Presidente Lorefice abbiamo anche accennato ed approfondiremo in un secondo altro incontro i temi: Tabelle invalidità, invalidità civile, lavoro, accompagnamento, situazione sangue e centri di cura.

    Successivamente alle ore 12.10 in Plenaria, sempre a Montecitorio presso l’aula del IV piano EX Commissione Agricoltura, alla presenza anche del segretario del Ministro Salute, si è tenuto un’importante momento di confronto, voluto dalle associazioni di pazienti, per fare chiarezza su importanti temi come l’Equariparazione, le transazioni e l’atto di indirizzo, per poi sottoporre eventuali quesiti al Ministero della Salute. L’attenzione delle associazioni si è focalizzata sostanzialmente sulla “revisione” della 210 paventata nelle linee di indirizzo per l’anno 2019 che il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito. Oltre all’on.le Lorefice, vi erano presenti: per United, Orlandi, Tavolino, Mantovani, Dott.ssa Mangia e Zito, ai quali si aggiungono Dario Cutaia, Ruffinoni Luciano, Michele Santarella, Andrea Spinetti, Broccolo Adriana, Cristina Cassone per Fedemo.

    united incontro montecitorio

    E’ stata ribadita con fermezza, dalle associazioni dei pazienti, la assoluta contrarietà ad una revisione della legge 210. La revisione della legge 210 aprirebbe un contenzioso con il Ministero della Salute che riguarderebbe l’intera platea dei titolari del”indennizzo bimestrale. Sono state evidenziate inoltre tutte le problematiche, ben note al Ministero, di trattamento nei pagamenti dei ratei bimestrali, tra chi è pagato dal Ministero, e chi è pagato dalle Regioni, i ritardi dei pagamenti dell’Equa-riparazione e delle sentenze, e sulle decisioni prese su molte posizioni dal dipartimento, in netto contrasto con le norme di riferimento. Si è inoltre sollevato il conflitto di interessi tra il Ministero, nostra controparte in tutte le sedi, e i danneggiati. Infatti il ministero si trova a gestire i procedimenti a carico degli emo-danneggiati e nello stesso tempo è la parte che si pone contro gli stessi emo-danneggiati negli stessi procedimenti. Le norme in materia sono molto precise: la pubblica amministrazione deve rimuovere i conflitti di interesse anche potenziali. Un soggetto terzo, estraneo al conflitto, dovrebbe gestire le procedure che ci riguardano a garanzia dell’imparzialità.

    Le associazioni hanno pertanto richiesto un comunicato ufficiale da parte del Ministero della Salute che rassicuri l’intera platea degli interessati, con ben evidenziato che non è intenzione del Ministero revisionare la legge 210.

    Il Presidente Lorefice e il dott. Spirandelli hanno raccolto le varie osservazioni e le sottoporranno all’attenzione del Ministro G.Grillo, e hanno tenuto a precisare questi punti:
    una eventuale revisione della 210 sarà oggetto di pre-confronto con i titolari di interessi diffusi; attualmente non è stato predisposto nessun provvedimento di legge o emendamento volto a modificare la legge 210, e le cosi dette linee di indirizzo in questione sono state chieste dalla Direzione del Dipartimento quale atto formale per gli obiettivi strategici per l’anno 2019, ma non costituiscono un atto di volontà politica del ministro.

    L’onorevole Lorefice infine ha sottolineato la sua immutata attenzione nei confronti di questa problematica e già dalla scorsa legislatura, nella sua attività parlamentare si è concentrata sulle questioni relative agli indennizzi per gli emo-danneggiati. Tranquillizza i presenti che la sua attività sarà volta a porre la massima attenzione al tema e a mantenere costante e trasparente la comunicazione con le associazioni.

    Alla luce delle rassicurazioni fatte alle associazioni, auspichiamo che la revisione della 210/92 sia accantonata, ma restiamo attenti e vigili sulla questione e soprattutto attendiamo una nota ufficiale da parte del Ministro della Salute.

    Successivamente United ha incontrato la Sen. Boldrini presso il Senato della Repubblica e poi visita al Ministero della Salute. Nel gruppo United , con Valentino, G.Tavolino, Mantovani, e G.Zito, oltre che alla prof.ssa Mangia, vi erano anche Cristina Cassone, Presidente Nazionale di Fedemo ed il prof. De Cristofaro (Ospedale Gemelli di Roma) dell’AICE, Società Italiana Scientifica Emofilia.united e istituzioni Con la Senatrice si sono toccati vari temi, tra cui il DM per la RETE NAZIONALE, il tematica Sangue, il Registro di patologia e la vicenda Atto indirizzo legge 210 e possibili rivisitazioni, già accennato prima. Abbiamo la senatrice vicina e disponibile ad essere di supporto su ogni tematica.

    In serata alle ore 17.30 presso ufficio Capo Gabinetto del Ministero Salute, ho incontrato il Dr.Iachino e dopo averlo aggiornato sugli incontri della giornata, ho nuovamente richiesto di conoscere le decisioni ed eventualmente quali azioni il Ministero avesse intrapreso, circa i temi: Sangue Regione Campania, Centri di cura, in particolare a Cosenza, La legge di patologia e la Commissione di patologia. Confido che entro fine mese si possano avere risposte con dettagli formali.

    Valentino Orlandi

    • fabio

      buongiorno Marco, l’articolo da te riportato già era stato oggetto di discussioni su questo forum, quello che ancora manca è una risposta concreta come richiesto alla fine dell’articolo, “Confido che entro fine mese si possano avere risposte con dettagli formali”,
      forse ci sono state ma io non le ho colte. Comunque sempre fiduciosi

    • Bruno

      Buon pomeriggio Signor Marco, ho letto quello che ha scritto e la ringrazio del chiarimento.Siamo arrivati al punto dell’oltre al danno la beffa,vorrei solo capire come questi Signori abbiano la faccia per procedere a possibili tagli degli indennizzi a tutti i contaminati.Nel mio caso sono stato contaminato a 22 anni, oggi ne ho 62,mi hanno riconosciuto il danno solo dall’anno della domanda di risarcimento fatta alla scoperta del virus, quantitizzato in circa78 milioni delle vecchie lire, la mia vita a 22 anni valeva 78 milioni di lire? L’HCV mi ha regalato una meravigliosa cirrosi epatica e da febbraio 2019 vivo con 2 tumori al fegato in attesa di operazione o di un eventuale trapianto, la mia vita è appesa ad un filo. Non penso di essere l’unico in queste condizioni, consideri che sono stato riconosciuto come una categoria 8,posso solo immaginare tutte le altre persone messe peggio di me e a quelli che oggi non ci sono più.La sanità è stata capace di insabbiare le verità in riguardo a questo scempio delle contaminazioni, ha e sta ancora giocando con la vita di noi malcapitati ignorando tutti i diritti umani. Non parliamo dei ritardi del pagamento degli indennizzi coordinati tra regioni a statuto ordinario (nel mio caso le Marche) e altre a statuto speciale…ma a quante idiozie ancora saremo costretti ad ascoltare e scuse per poter far sì che Loro si possano sentire con la coscienza pulita? (ammesso che ne abbiano una di coscienza).Tanti di Noi ormai non possono più lavorare né fare progetti per il futuro perché sono giunti al capolinea… da quel fatidico giorno la vita di ognuno di noi è diventata un inferno.Desiderei tanto lottare per questo insieme a tutti,gradirei essere messo al corrente e invitato per qualsiasi mozione, manifestazione e quant’ altro. Perdoni la mia ignoranza nello scrivere, e lo sfogo, un abbraccio a tutti i contaminati

  • Franco

    Salve avvocato,ma l art. 834 TABELLA A di cui fa riferimento la legge 210,non è esente da eventuali revisioni?dato che è stato riconosciuto vita natural durante?grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ franco
      si potrà parlare della legittimità di eventuali revisioni della legge 210/92 solo in presenza di nuove disposizioni, al momento neppure in discussione.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

      • Umberto

        Gentile Avvocato, questa sua risposta vuol dire che almeno per quest’anno possiamo stare tranquilli oppure possiamo essere attaccati dai burocrati in qualsiasi momento? Grazie.

        • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

          @ umberto
          la modifica legislativa potrebbe avvenire in qualsiasi momento, così come non essere mai adottata, su questo aspetto non ho elementi per fare previsioni.
          cordiali saluti
          alberto cappellaro

  • lamberto

    Buongiorno, ci sono utenti danneggiati da vaccino che sono indennizzati con la legge 210/92 e 229/2005? Avrei delle domande da rivolgere. Grazie per l’attenzione e buon lavoro

  • Carmela

    Buongiorno, chiedo se qualcuno ha ricevuto il pagamento dell’indenizzo L. 210 del primo bimestre 2019 xchè sino ad oggi, 5/03/19 non avendo ricevuto il bonifico ho telefonato asl di Modena e la risposta è stata che hanno avuto un problema tecnico e che ci vorrà un pò di tempo per ricevere il bonifico. Chiedo se per caso è solo un problema della regione E.R. oppure è un problema che riguarda tutte le regioni .Grazie
    Carmela.

      • Bruno

        Ciao Simone anche io regione Marche, ho telefonato questa mattina hanno detto prossima settimana anche a me, ma non tutta la cifra, solo la metà. se ti fa piacere possiamo scambiarci i l numero di Cell,il mio 3711954389
        ciao

  • Simone

    Questi giorni vedo girare su fb post su legge 210/92 e usati come sponsor no Vax e proteste anti vacino che con errori e incompetenze penso che centrino poco…

  • pinuccio

    Banca Carime ha pagato i bonifici del 1^ bimestre Regione Calabria ai propri clienti, per altri enti di solito dopo i tre giorni lavorativi, e cioè la lunedì 4 Febbraio. Per arretrati ????????

          • pinuccio

            Maria ad oggi niente di nuovo, nessun carico dati e si parla del solo pagamento entro il 31 marzo se tutto va bene.Diverse notizie non corrispondono a quanto ne sappia io a verità.Se non si firmano i decreti e poi pubblicati sul portale sanità Calabria non avviene nessun pagamento

      • Marzel

        Buongiorno a tutti, qualcuno ha informazioni sul accreditamento del 1° bimestre per la Regione Emilia-Romagna? A oggi ancora nulla… Grazie!

    • Simone

      Tranquillo SGS oramai non mi ammazza e scoraggia più niente e nessuno resistere è diventata la mia professione grazie per la solidarietà… E speriamo che i nostri indenizzi durino…

  • S.G.S

    Diciamo che se specifici problemi vengono demandati a carico della caritas tocchiamo il fondo.una cosa è un aiuto momentaneo.tutta altra situazione è sostenere chi non può o con pensione l’invalido o con lavoro chi è senza o con formazione tecnica chi cerca lavoro.cercare di aiutare chi non ha senza togliere a coloro che hanno poco a metterci impegno(POLITICO)nessuno avrebbe situazioni disonorevoli

    • Simone

      Gsg non racconto caxxate nel 2015 sono rimasto per strada dopo 10 anni collocato tramite una coop in un servizio pubblico 2015 cambia amm. Comunale sindaco non vengo assorbito da nuovo appalto comunale come invalido perché investigando con sindacati mi avevano assunto come disagiato io portatore di due protesi totali agli arti inferiori e voci di amici di amici dicevano che io non facevo un beato caxxo e così sono stati assunti gli amici del sindaco.. Ti faccio pure il nome quel testa di cazzo di Urbino… Fai te se questa non è la Republica delle banane…

  • S.G.S

    preciso.risiedo in veneto.conosco addiritura vicini che si vantavano di stare pagati dagli ammortizzatori sociali e, non cercavano lavoro;succedeva del 2008 al tempo avevano 35/36 anni di contribuzione ne occorrevano 40 per essere pensionabili ora si lamentano perché con una età di anni 64 non hanno alcun reddito.OBIETTIVAMENTE CHE SENSO HA TRATTARE QUESTI ULTIMI ALLO STESSO MODO DI CHI HA FATTO IL PROPRIO DOVERE FINO IN FONDO

  • S.G.S

    sono comunque situazioni preferenziali dovute a territori o amicizie GIUSTO PER METTERLA IN LINGUAGGIO ACESSIBILE A TUTTI come può un discorso nato da un comico soddisfare le esigenze di un popolo che non crede più alle favole?

  • S.G.S

    il reddito di cittadinanza tanto sbanbierato in questi tempi si prefigge di aiutare chi non ha reddito.hanno forse mai avuto un reddito umano i disabili nostri concittadini? togliamo i risarcimenti per aiutare chi forse non si è voluto cercare un nuovo lavoro

    • Simone

      S G S essere invalidi e avere 2 figli negli uff. Del lavoro lo fanno notare come un problema l’unico consiglio che mi è stato detto che sono un problema difficile e andare alla Caritas a chiedere aiuto per qualche per qualche bolletta e un pezzo di formaggio.. Se questa è la risposta di questo governo siamo fritti… Vedremo a marzo quante promesse ci saranno da lavoro a aumento delle pensioni a reddito di citt…..

  • S.G.S

    Siamo circa 25000 indennizzati;vuoi vedere che tutti uniti non possiamo esprimere un parere capace di far sentire ciò che ci spetta dagli anni 90 ciao

    • Matteo

      SGS,
      diciamo che ognuno di noi spiega la situazione ad altri 3 parenti /amici…
      25.000 x 4 persone = 100.000 voti che servono per eleggere almeno un paio di deputati alle Europee…
      Pensiamoci al momento giusto. Questo conta, più dei commenti sui social.

      • Simone

        Difatti i populisti ora al governo pubblicizzano sempre piccole patrie dove l’isolamento la fa da padrone x farsi i caxxolini propri un UE moderna con diagnosi mediche non penso che si inventi tante leggende metropolitane….

    • Bruno

      Ciao Marco, 25000 possono muovere tantissimo credo,ma perché dici dagli anni 90?
      Tu sei stato contaminato negli anni 90?
      Oppure negli anni 90 hai presentato la richiesta di risarcimento? Per quello che mi riguarda e per come la penso io, visto che ognuno di noi ha dovuto presentare documentazioni valide inerenti alla contaminazione sarebbe più giusto che ci venga riconosciuto l indennizzo per lo meno dall anno di contaminazione e non dall anno della domanda non sei d’accordo con me?
      uun saluto

  • VITO

    Buon giorno a tutti ci sono novità sulla revisione della legge ? Da info pare che sia tutto archiviato per quest’anno ma ancora non sono arrivate comunicazioni ufficiali . VITO.

    • Matteo

      Vito,
      il problema non è quest’anno o l’anno prossimo…
      Il problema è che guesto governo M5S-Lega ha formalmente dichiarato che vuole rivedere in senso restrittivo l’erogazione dell’indennizzo.
      Se resteranno questi, prima o poi lo toglieranno. Sicuro.

    • tony

      E’ del 17 gennaio pubblicato da anadma…….documento che non chiarisce nulla ma che rende preoccupati i titolari di indennizzo….sopratutto quelli “guariti” con la cura per l’epatite C
      Comunque io starei tranquillo in quanto dopo 30 anni di malattia contratta a seguito delle trasfusioni e con tutte le drammatiche conseguenze fisiche, sessuali, relazionali, lavorative ecc, sfido chiunque a modificare una Legge che in qualche modo a tentato di rimediare alle sofferenze che ho patito…….anche se la 210 esplicita “danni irreversibili”!!

      • Matteo

        Tony, vorrei essere ottimista come te, ma purtroppo questo è un governo che tiene per giorni in mezzo al mare gente disperata… sai cosa gliene importa degli indennizzati se possono recuperare dei milioni…

  • Antonio

    Credo che per gli eredi degli infettati deceduti, tale revisione della legge 210 non li riguardi anzi tale vitalizio di 15 anni è un risarcimento danni, al fine di evitare azioni legali ben più pesanti responsabilità civile e penale… e poi ti riconoscono in caso si decesso la commissione la 1 categoria massima.. Se poi qualcuno del forum ha altre news bene ma penso che tale categoria non venga assolutamente toccata da tale provvedimento. ANTONIO

  • GIACOMO

    Grazie per le lezione gratuita sull’iter di un D.L……
    Non voglio mettere ansia a nessuno, neanche essere portatore di “sventure”
    Spero di essere smentito ci risentiamo su questo blog tra qualche mese, poi voglio vedere tutte le sicurezze ostentate che fine avranno fatto.
    Non bisogna girare molto per capire cosa voglia dire il Ministro della salute e, se possono farlo o meno, chiedetelo a chi gentilmente ci ospita in questo blog, io non gli faccio questa domanda, non per supponenza, ma perché so bene la risposta.
    Scusate se sono leggermente preoccupato.
    Saluti a tutti

    • Francesco

      Mi sembra che nessuno abbia mai detto che non possono farlo, può essere cambiata la costituzione figuriamoci una legge ordinaria, volevo solo dire che è una cosa che non può essere fatta dall’oggi al domani e abbiamo il tempo per far sentire la nostra voce, come stiamo gia facendo, senza magari polemizzare tra di noi e restare uniti in questa nuova avventura che ci si prospetta.

        • Luca

          Giusto….anche le associazioni dovrebbero a mio avviso farsi sentire di più per bloccare questa ingiustizia sul nascere….è tutta una questione di numeri…vogliono togliere per mettere u soldo sul reddito di cittadinanza ecc..spero che questo governo cada…

      • GIACOMO

        Non sto polemizzando con nessuno, figurati, invece sono molto preoccupato, mi attengo in modo netto e inequivocabile a ciò che ha scritto il Ministro nelle linee guida per 2019, poi mi sembra che l’Avv. Cappellaro, abba fugato ogni dubbio.
        Invece, ognuno per la propria parte, solleciti la politica e le associazioni,
        a far si, che non ci facciano quest’altro sopruso, perché la strada intrapresa è quella.

        Saluti

      • Matteo

        Franceso, a questi dela Lega e dei 5 stelle non gliene frega niente di sentire la nostra voce.
        Questa è l’unica certezza.
        L’unica cosa che conterà sarà la contabilità dei voti che perderebbero se modificassero la legge. Se gli conviene, lo faranno. Punto.

  • GIACOMO

    Io non sono tranquillo per niente, non esiste costituzione che tenga, se vogliono possono toglierla, il Ministro può fare un Decreto, lavoro in quei ambienti e so quello che dico, già, era un discorso rimasto appeso dal Governo precedente, adesso fate volete, se pensate che dico stupidaggini, informatevi e sono pronto a fare ammenda.

    • Francesco

      Un decreto-legge nell’ordinamento giuridico italiano, è un atto normativo di carattere provvisorio avente forza di legge, adottato in casi straordinari di necessità e urgenza dal Governo,
      Entra in vigore immediatamente dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, ma gli effetti prodotti sono provvisori, perché i decreti-legge perdono efficacia se il Parlamento non li converte in legge entro 60 giorni dalla loro pubblicazione.
      Quindi anche qualora il ministro facesse il decreto l’ultima parola spetterebbe al parlamento e credo non sia così facile cambiare una legge, c’è un iter da seguire.

      • pinuccio

        Avv.to io so che il problema della sospensione con Decreto Legge della L. 210 seguendo poi sempre l’iter delle visite mediche, poi ricorsi legali ecc. ecc. è come commenta Francesco. Cortesemente può chiarirci se legalmente stanno così i fatti, onde ci rassereniamo tutti ( che già abbiamo tanti problemi a causa del virus ) in attesa degli eventi parlamentari? Grazie. Per arretrati ancora tabù, mentre per il 1° bimestre 2019 secondo l’ufficio L.210 è regolare i primi giorni di Marzo.

        • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

          @ pinuccio
          in questo momento, in assenza di una norma sull’argomento, non posso fare alcun commento.
          tra l’altro, non è detto che una eventuale riforma di questo tipo venga fatta con un decreto legge, il Governo potrebbe scegliere anche altre strade.
          cordiali saluti.
          alberto cappellaro

  • Salvatore

    Per come la penso io consiglierei tutti di stare tranquilli, poiché le probabilità di mettere mano alla legge 210 /92 sono pari a zero.Le difficoltà che incontrerebbe il governo sarebbero enormi . Implicherebbe un casino di risvolti legali.Rilassiamoci.

  • Giovanni61

    Salve volevo tranquillizzare tutti coloro che percepiscono indennizzo ex legge 210/92 che è un diritto sancito dalla costituzione nell’anno 1973 dal capo dello stato.
    Ed è a vita ,è se mai ci fosse una rivoluzione politica dovrebbero cambiare art 1 -2-3-4 che republica Italiana e fondata sul lavoro e diritto e uguaglianza sociale detto questo non aspettatevi ne inganni ne beffe del danno subito. Da un INDENIZZATO.

    • Simone

      Giovanni la penso come te questi ultimi tempi in questo paese va di moda togliere diritti a tutti anche a invalidi perché si dice che mangiano senza fare un cazzo..conosco tanta gente che ha fatto sempre la pacchia alle spalle degli altri e si attaccano a quei due soldi di pensione ma dal tuo handicap ci stanno ben lontani…

      • Giovanni

        Ciao Alex si è così proprio oggi e arrivato aggiornamento Tabelle 2019 ce stato un aumento di 20 euro e in più. dal 2020 il Mef non invierà più cartaceo e a breve ci sarà un portale dedicato e con codice spid do e ci si può iscrivere e scaricare i documenti chi perxepisce indenizzo direttamemte dal MEF e comunque si estende x tutti amche chi viene pagato dalle regioni ciao e in bocca al lupo.

  • Giovanni

    Salve volevo tranquillizzare tutti coloro che percepiscono indennizzo ex legge 210/92 che è un diritto sancito dalla costituzione nell’anno 1973 dal capo dello stato.
    Ed è a vita ,è se mai ci fosse una rivoluzione politica dovrebbero cambiare art 1 -2-3-4 che republica Italiana e fondata sul lavoro e diritto e uguaglianza sociale detto questo non aspettatevi ne inganni ne beffe del danno subito. Da un INDENIZZATO.

  • Mirko

    La ministra della salute, fintanto che non modifica la linee guida per l’anno 2019 non ci sta da dormire sonni tranquilli, per me conta nero su bianco !!!

    • Luca

      Per togliere l indenizzo la legge deve essere cambiata in parlamento difficile che passi ,ma speriamo che questo governo cada prima…

  • Simone

    Si parla di salute e problemi connessi all infezione con tutte le conseguenze che abbiamo avuto e ancora portiamo non è una valutazione costi benefici per la costruzione di un ponte o una diga perciò le valutano commissioni mediche io non vedo problemi… I calcoli dell indenizzo sono già stati fatti… Lo dice pure l avv. Cappellaro..

  • Mirko

    Sono d’accodo, vorrei sapere cosa ne pensa Salvini, non credo che la pensi come il M5S.
    Possiamo provare ad investirlo del problema, anche perché il sottosegretario alla Salute è della lega

  • salvatore

    … da tenere presente che i vecchi e i veri politici ,
    quando hanno fatto la legge 210/92 , hanno pensato non solo ai contagiati
    dal virus , ma anche agli eredi , inserendo nella legge la reversibilità per anni 15 ,
    qualcuno sa cosa pensa in merito a modifica Salvini ,
    o tutto e nelle mani dei 5 stelle ?
    Auguriamo bene !
    saluti a tutti da salvatore

    • Matteo

      Ma non lo capite che i soldi dell’indennizzo li vogliono sia alla Lega che i 5Stelle, per finanziare quello che interessa a loro?
      Vedrete, fino alle elezioni Europee ci saranno tante belle parole e promesse, sarà dopo le elezioni che ci daranno dentro con i tagli… mica prima!

  • ALESSIA

    Siamo in missione per conto di Dio…!!!??? dillo a tutte quelle persone che sono morte per il contagio, ai loro famigliari
    Non ho parole ….

    Saluti

    • Simone

      Alessia I guai c’è li abbiamo tutti e purtroppo chi ha perso la vita o altro ma scoraggiarsi non aiuta vero con la salute non si scherza poi lo dici a me con tutti i cazzi che ho… Spero che la politica non si mischi alla salute le malattie non sono né di dx o sx perciò mi auguro che chi è più svantaggiato non venga calpestato

  • Simone

    No TAV no Triv no Tap no Vax no Indeniz…. AO che vi si è incantato il disco… Diamo una lezione di superiorità…. Siamo in missione per conto del signore Dio è con noi!!

  • ALESSIA

    Io sono d’accordo con Mirko, se non era una cosa seria, il 16 Gennaio, non si sarebbero scomodate le associazioni per incontrare la presidente della COMMISSIONE AFFARI SOCIALI On. Marialucia Lorefice, la situazione è più seria di quanto la vogliono far passare, lo dimostra il fatto, che l’atto di indirizzo per l’anno 2019, è ancora ben visibile nel sito del Ministero della “Salute”, nessuna smentita e nessuna modifica e, a mio avviso non ci sarà, nella Pubblica Amministrazione non mettere mai nero su bianco, altrimenti sono dolori per fare marcia indietro

    • fabio

      Buonasera Alessia, anche io sono preoccupato del fatto che se ne parli però da qui ad essere certi che “tolgono” l’indennizzo mi sembra eccessivo. Le associazioni hanno fatto bene ad incontrare l’On. Marialucia Lorefice, e da quanto apprendo ci sono state delle rassicurazioni in merito alla questione indennizzo certo non c’è da stare molto sereni di alcuni esponenti politici,infatti le associazioni hanno chiesto che queste rassicurazioni vengano messe per iscritto , se poi non sarà così prenderemo provvedimento.
      buona serata

    • Matteo

      Alessia, sono convinto anche io che arriverà la stangata…
      Di sicuro faranno prima passare le elezioni Europee, perchè se annunciassero prima il taglio dell’indennizzo, di sicuro i danneggiati non voterebbero piu’ Lega e M5S.
      Ma subito dopo le elezioni sono convinto che arriverà la scure.
      Io L’ATTO DI INDIRIZZO DEL MINISTERO DELLA SALUTE me lo ricorderò quando andrò a votare!

  • Mirko

    Ok ok, se si vuole mettere e la testa sotto la sabbia come gli struzzi non c’è problema, ne riparliamo a Giugno, poi mi direte….
    Saluti

  • Antonio

    Io sono daccordo di finirla di parlare sempre di togliere la 210 se loro vogliono andare avanti anche noi ci difenderemo ché è un nostro diritto ci hanno rovinato la vita loro non immaginano cosa vuol dire essere infetti anche dal punto lavorativo e sessuale psicologico avrei avuto un altra vita se non avrei avuto l’epatite c

    • Andrea

      Bravo Antonio!!! Dobbiamo difenderci!!!
      Ricordo che non ci rende nessuno la vita che avremmo potuto fare senza pensieri!!! E se la sono svignata con 100000€ miseri!!! E per averli quanto abbiamo aspettato, per una causa così evidente e GRAVE?!!! Tutti i mesi paghiamo le tasse ed in tempo dobbiamo pagarle!!!Ci hanno tolto pure 400000€ dell’equariparazione ricordo ancora!!!
      DIFENDIAMOCI ne abbiamo tutti quanti il diritto!!!!
      Se dovremmo scendere in piazza non facciamo i soliti italiani, PROTESTEREMO TUTTI TUTTI INSIEME!!!

  • Mirko

    Hai ragione, noi vediamo il dito, non la luna, infatti il PROBLEMA GROSSO, è che non ci vogliono più pagare la 210/92 e, lo faranno !

    • Andrea

      È un VITALIZIO per un danno immisurabile, se continuate a dirlo lo tolgono per davvero, e se lo toglieranno, scenderemo in piazza con i forconi TUTTI quanti!!!

      • GIULIO

        Si vabbè…tutti quanti !!!!
        ma ce l’hai presenti gli italiani???
        Tutti vogliono ottenere i propri diritti GRATIS, basta leggere molti post
        in questo blog.
        Parole, parole, parole, Quando poi si tratta di scendere in piazza………arrivederci e grazie. E’ già successo !!!

  • Massimo

    Si fa bene a vedere se ci hanno pagato il bimestre della l. 210, ma forse sarebbe più opportuno verificare che non c’è lo paghino più !!!

      • Mirko

        @ Miky
        Chi te l’ha da questa sicurezza, dagli del ministro non mi sembra che sia come dici, anzi, tutt’altro.
        Fino ad oggi non ho visto nessun atto che smentisce il precedente, siccome in italia parlano le carte ufficiali, il resto è solo acqua fritta, le rassicurazioni date da questo o da quello, oppure dall’amico che conosce tizia, che ha parlato con caio, alla fine della giurisprudenza contano meno di zero

    • Daniela

      La regione Veneto ha pagato i mesi di novembre e dicembre poco prima di Natale. Ha anticipato solo il pagamento non l’erogazione. Il prossimo pagamento sarà a marzo e così per i bimestri successivi per tutto il 2019 come da disposizioni della regione alla Usl 6 di Padova peraltro anticipate dai giornali

  • Giordana

    Ciao Valeria CZambito a me l’indennizzo lo paga il Ministero ogni fine bimestre e quindi fine febbraio, ma è sicuro perché mi è pervenuta la lettera proprio oggi e ho voluto comunicarlo a tutti i visitatori di questo gruppo anche in senso di rassicurazione visto che stiamo tutti nella stessa situazione. Cordiali saluti.

      • Giordana

        Ciao Ugo La lettera del Ministero arriva una volta l’anno per comunicarci l’erogazione dell’indennizzo dell’anno in corso e penso che questa comunicazione arriverà a tutti. Nella lettera c’è scritto inoltre che dal prossimo anno quindi 2020 non manderanno più il cartaceo ma ci si può informare attraverso un portale del Ministero che sarà attivo da marzo 2019. Penso che questa somma bimestrale resterà per tutto il 2019. Cordialisi saluti.

        • ugo

          Grazie Giordana,
          a me lo paga la ASL di competenza, e sinceramente non ho mai ricevuto nessune lettera che mi comunicava il pagamento annuale.
          grazie di nuovo.

          Ugo

  • Giordana

    Lettera pervenuta oggi dal Ministero per il primo bimestre gennaio-febbraio 2019 per sesta categoria importo rata in pagamento 1.641,04

    • VALERIA CZ

      BUONGIORNO SABATINO AI RAGIONE LI DEVONO PAGARE PUNTUALI ALMENO MI ANNO DETTO L’UFFICIO 210 CHE IL 1 BIMESTRE LO MANDANO A MARZO TUTTO QUA.CIAO

  • GIORGIO

    Avete letto sul sito di ANADMA la risposta dell’ Europarlamentare Roberto Isgrò sugli Indennizzi, la stessa identica gemella di Marialucia Lorefice, si sono dati una linea di condotta comune.
    Ma chi vogliono prendere in giro, che pensano che abbiamo tutti l’anello al naso ?
    fanno ridere……

    • Andrea

      Vedremo cosa vogliono ancora da noi. Equa riparazione 100000€ invece di circa 500000€. Fanno come gli pare!!! Visto che siamo a lamentarci, neanche più di tanto visto che siamo più di 2000 persone per regione e ci siamo fatti togliere 400000€, vediamo di andare tutti in piazza invece di lagnarci sui blog!!!!!
      Ricordo che siamo dei danneggiati di SALUTE A VITA!!!
      RIBELLIAMOCI!!!! Non siamo numeri ma PERSONE!!!!

  • STEFANO

    Io lavoro in una grossa Amministrazione dello Stato, Il ministro Grillo, come tutti Ministri, si fa dettare l’agenda dai direttori del Ministero, come tutti i suoi predecessori, anche perchè i nuovi politici non sanno dove andare a parare, quindi si affidano a loro, li sommergono di norme, gli mettono “paura” dicendo loro che possono essere denunciati e altre cose simili.
    I dirigenti, capi dipartimento, direttori, sono la rovina dei politici e delle casse dello stato, facendo cosi verranno sommersi di cause, cosi il politico, oltre a perdere voti, verranno accusati anchè di incoerenze perchè non sono stati coerenti con gli impegni presi con il loro elettorato, invece i dipendenti stanno li, che gli frega se il politico perde voti e lo stato si svena a fare cause, fidatevi che è cosi

  • Simone

    Ragazzi tranquilli non allarmiamoci aspettiamo il primo bimestre… Sperando che con questa pseuda generazione politica non mettano come ministro della sanità Adriano Celentano…

    • Fabio

      Sono d’accordo con Simone non allarmiamoci più del dovuto, certo il fatto che solo se né parlato mette pensiero ma noi siamo qui sempre vigili e pronti a combattere! Buona serata a tutti

  • Luca

    Non sanno più dove trovare i soldi per reddito di cittadinanza ecc….allora le provano tutte … sono positivo sarà difficile che lo tolgano .

    • Matteo

      Luca, io purtroppo non sono per niente positivo. In ogni occasione in cui il Ministero o esponenti del M5S come Lorefice hanno parlato del problema, hanno sempre dichiarato che “ATTUALMENTE” non sono allo studio revisioni della lege 210. Non hanno MAI detto che non lo faranno in futuro.

    • Luca

      Non sanno più dove trovare i soldi per reddito di cittadinanza ecc….allora le provano tutte … sono positivo sarà difficile che lo tolgano .

  • VIRGILIO

    @ ROMOLO
    Se fosse cosi sarebbe da folli, ma questo Ministro, insieme a Marialucia lorefice non erano quelle che hanno fatto battaglie del sangue infetto…???
    Loro dicevano che da questo virus non si guarisce mai, non ci posso credere, da loro proprio no ! a questo punto non ho parole.

  • ROMOLO

    Forse non avete ancora capito bene, il Ministro alla Saluta Grillo, per coloro che hanno fatto la cura per l’epatite C vuole togliere l’indennizzo, questo l’ha scritto lei nelle linee guide per il 2019

    • Matteo

      Romolo, infatti, è chiarissimo… vogliono togliere l’indennizzo per recuperare soldi da mettere sul reddito di cittadinanza e le pensioni.

  • Giuseppe

    A me non sembra che si sia chiarito nulla, anzi tutt’altro, per me contano i fatti, negli indirizzi/programma del 2019 del Ministro alla salute con firma del Ministro Grillo, alle pagine 33-34 ci sta scritto in maniera chiara e inequivocabile

    Andate a vedere ti sito di ANADMA
    ti lascio il link: http://www.anadma.it/

  • LORETTA

    L. 210 revisione del Ministro Grillo, troveremo qualche Giudice a Berlino e non credo che sia cosi difficile.
    Ormai è chiaro che la deputata Maria Lucia Lorefice, compreso il suo “movimento” sia su altre sponde, ci hanno usati, traditi !!!

    • Luca

      Scusate però se non sapete settimana scorsa c è stato un incontro con la lorefice da parte di un associazione di emodanneggiati i quali hanno discusso Dell argomento e sembra che si siano calmare le acque per questa storia di rivalutare della 210.

        • matteo

          Anna, nel nostro piccolo dobbiamo farlo sapere a tutti con che razza di persone abbiamo a che fare. Lega e M5S si stanno spartendo l’Italia a nostre spese. Vogliono dividere l’Italia in 2 e il prezzo chr la Lega deve pagare per farlo è regalare i soldi del reddito di cittadinanza a chi lavora in nero al sud!! E chi paga? Noi, ad esempio :(((

  • Riccardo

    Questi del movimento cinque stelle vogliono tagliere qualche centinaia di uro a quelli che prendono
    La 210, poveri disgraziati per metterli nel reddito di cittadinanza, per altri versi disgraziati anche loro, stanno creando una guerra tra poveri.
    Sono lontani i tempi in cui il Ministro Grillo e l’On.Maria lucia Lorefice combattevano le battaglie del sangue infetto insieme a noi !!!!

    Forse non sanno che eradicare il virus non significa “guarire”, ma semplicemente eliminare un’infezione, da questa malattia non si guarisce mai, lascia dei postumi micidiali, io, ho un fibroscan da 21,0KPa,”cirrosi” gambe perennememente gonfie, “asciete” con delle macchie scure, “vasculite crioglobulinemica” pressione alle stelle, in più prendo psicofarmaci per la depressione in cui sono caduto per anni tra ospedali e tribunali, per di più sono anche emofilico.

    Forse tocca rimpiangere l’ex Ministro Lorenzin

    • Matteo

      Certo! Tolgono i soldi agli ammalati per darli al reddito di cittadinanza, gente che magari lavora in nero e si prenderà altri soldi a discapito di chi ne avrebbe diritto!

    • Matteo

      Eheheheh lo diceva nel 2014. Magari lo dice anche adesso.
      Peccato che a tante belle parole (e M5S è campione in questo) non seguano i fatti…..

    • GIULIO

      @Antonio, devi comunicare la tua nuova residenza sia alla Regione di arrivo che a quella che lasci, ovviamente all’ufficio responsabile erogazione indennizzo legge 210/92

        • Gionniblur

          Aggiungo a ciò che ha scritto Giulio, che è assolutamente esatto, di seguire bene la pratica perchè a volte le regioni hanno difficoltà a comunicare tra loro. Io ci sono passato ed è andato tutto bene, non ho avuto nessun ritardo nei pagamenti, però ho sempre seguito la pratica e, a volte, fatto da tramite tra le due parti. In sostanza mi è stato fatto compilare un modulo dalla regione di partenza dove ho dichiarato il mio trasferimento, da qui è poi partito tutto il mio fascicolo verso la nuova asl. In teoria la vecchia regione deve pagare fino alla fine dell’anno in corso ma nel mio caso sono stato preso in carico subito dalla nuova regione.
          Ripeto, bisogna solo seguire bene la pratica e comunicare con le persone
          addette al servizio e vedrai che non avrai problemi.
          Saluti

    • pinuccio

      Sabatino purtroppo devo comunicare no, in regione mi hanno comunicato che arretrati per fine gennaio/febbraio non se ne parla e non hanno alcuna disposizione in merito.

        • VALERIA CZ

          Dobbiamo fargli un casino all ufficio 210 gli dobbiamo chiamare spesso così si scocciato e ci pagano i nostri diritti forse ancora non l’anno capito che abbiamo molto bisogno più di loro sono tutti menefreghisti ladroni e sopratutto incapace di mandarci avanti siamo sempre l’ultimo a ricevere qualcosa fanno veramente schifo e poi ancora non ce nessuno disposizione per pagare quindi ci possiamo dimenticare degli arretrati per adesso.

  • Fina

    Gentile avvocato
    Dal ministero ho saputo che per avere gli interessi
    sull’ indennizzo è necessario fare una causa
    Può darmi qualche informazione a riguardo
    Grazie anticipatamente
    Fina

  • pinuccio

    Per gli arretrati Regione Calabria una risposta più NEGATIVA che positiva per fine Gennaio/Febbraio, potrei averla dal prossimo lunedì 14 Gennaio per difficoltà della situazione in cui si trova attualmente la Regione

  • Flavia

    Buonasera volevo sapere su quale base viene calcolata la categoria sugli importi dei bimestri dovuti ex legge 210/92. Sono vittima di un errore sanitario per trasfusioni dal 1981 e attualmente sono in settima categoria.Ho diritto ad una categoria più alta? Ringrazio per una vostra risposta

    • Maria Grazia

      ciao Flavia, per quel che so io la categoria è in base al danno d’organo che hai (fibrosi, cirrosi …) e alle complicanze dovute all’epatite C. In base anche alle analisi del sangue, se hai le transaminasi alte, se hai una viremia alta (hcv Rna quantitativo) etc

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ flavia
      come le ha scritto maria grazia, la categoria dipende dai danni che lei ha subito in conseguenza del contagio.
      per valutare se la sua categoria sia corretta o meno dovrebbe sentire un medico, si ricordi che qualora le sue condizioni si siano aggravate la domanda di aggravamento deve essere presentata entro sei mesi dalla prima diagnosi dell’aggravamento medesimo.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

  • Gianlucio

    Non è possibile, sono dializzati , non ho altre entrate. Ho mandato una email a chi si occupa della cosa stasera.
    Domani è sabato non credo risponda. Aspetto lunedì, altrimenti martedì vado direttamente in ufficio.
    Vi terrò aggiornati.

  • Gianlucio

    Abruzzo
    Possibile che ho ricevuto l’ultimo bonifico il 24/10/18 accredito settembre-ottobre???
    Novembre-dicembre non ho ricevuto niente!!!

  • Gionniblur

    Sul sito a.na.d.ma potete trovare notizie riguardo la revisione della 210/92.
    Non credo ci sia da preoccuparsi troppo, per il momento.
    Saluti

    • Matteo

      Ho letto anche io il commento sul sito di ANADMA.
      A mio parere, invece, c’è da preoccuparsi, eccome!!
      Il parlamentare che ha risposto sull’argomento ripete continuamente che “per il momento” non c’è nessuna norma per eliminare l’indennizzo.
      PER IL MOMENTO, appunto…
      E non solo, si ribadisce che i progressi delle cure per l’epatite C impongono una revisione dell’indennizzo…
      Altro che stare tranquilli. Non lo toglieranno forse quest’anno, ma l’intenzione sembra proprio quella.
      D’altra parte mica possono sbandierarlo in giro: si ritroverebbero migliaia di malati incaxxati proprio nel periodo delle elezioni europee… ci tengono buoni fino a maggio e poi ZAC…

  • Simone

    Ragazzi incazziamoci solo al momento giusto altrimenti spargiamo negatività e molti di noi non fanno sonni tranquilli … I nostri diritti sono sacri e guai a chi ce li tocca!!!!

  • Maria kr

    Salve volevo sapere se vero quello che mi anno detto che entro gennaio pagano gli arretrati speriamo bene se qualcuno sappia per favore scrivetelo .GRAZIE

  • Antonio

    È assurdo accanirsi contro di noi dopo quello che sopportiamo poi se c’è stata una legge perché vogliono modificare propio quella se volete fare cassa modificassero le leggi che hanno mandato la gente in pensione con 15 anni di contributi e tante altre leggi che agevolavano loro e i loro amici

  • Andrea

    Una considerazione sulla rivisitazione della Legge 210. Come già scritto da qualcuno la cosiddetta “guarigione” in effetti è una negativizzazione, prova ne è che quando, per un qualsivoglia motivo, ti presenti in ospedale e dici che hai avuto l’Epatite C il personale ospedaliero ti tratta nella stessa maniera e con le stesse accortezze come se ancora l’avessi.
    Inoltre cosa si intende per danno? Solo il fatto di avere ancora l’Epatite C visibile ed attiva, o anche che, dopo averla avuta per tanti anni, hai comunque un fegato con una ridotta funzionalità epatica. Per non parlare di altri gravi effetti psicofisici collaterali e del danno di relazione, sociale, nervoso che si è sopportato sottoponendosi a varie terapie.
    Inoltre, vorrei fare presente che se oggi esistono le tanto acclamate “conoscenze scientifiche”, questo è grazie a molti di noi che si sono sottoposti come cavie umane a terapie devastanti….e non voglio entrare nel merito in che senso.
    Cmq mi sembra la storia infinita….pace non ce ne vogliono dare mai.
    Saluti a tutti

    • renzo

      condivido pienamente le considerazioni fatte, aggiungendo che i beneficiari di questa legge saranno sempre meno, perchè il bilancio tra nuove richieste e cessazioni sarà sicuramente, in termini di esborso di denaro, a favore dello Stato.
      Speriamo bene !

    • ugo

      Per precisare,
      se dopo aver negativizzato il virus, per loro siamo guariti, perchè non possiamo donare il sangue?
      Cosa che facevo prima di prendere il virus

  • Gianluca

    Buongiorno Avv. Capellaro,
    Augurissimi per un buon Anno Prima di tutto.
    Soon beneficiaries Della 210/92 e fino a meta Novembre avevo la residenza in Campania – Napoli ho sempre ricevuto l’assegno bimestrale con regolarità. Attualmente risiedo in Trentino e ad oggi non ho ricevuto l’accredito. Come mai?
    Grazie in anticipo

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ gianluca
      le consiglio di contattare entrambi gli enti, quello che pagava prima e quello che dovrebbe erogarle i ratei ora, e chiedere chiarimenti a loro.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • pinuccio

    Buon Natale a tutti i frequentatori del blog. Regione Calabria ha pagato il 6° bimestre da venerdì 21 Dicembre, quelli che attualmente l’hanno ricevuto sono di banca Carime e uBi banca tutti gli altri forse da oggi o da giovedì 27 in poi.

  • Simone

    MARIA kr Come si vede l’Italia è una piccola patria provinciale e campanilista con grandi differenze in pochi km mettendo dubbi e guerre di quartiere… Spero che per il 2019 l’Italia arrivi ad eleminare questi piccoli confini mentali ed abbia una unica amministrazione per uno stato moderno Europeo.. Auguri di buon Anno a tutti

  • Valerio

    In ordine alla gestione degli indennizzi e risarcimento danni da emotrasfusioni di sangue
    10/12/2018

    L’Associazione Epac-Onlus ha appreso da Quotidiano Sanità del 5 dicembre 2018 che il Ministero della Salute ha previsto nell’Atto di indirizzo 2019 la revisione della Legge n. 210/1992 che, come noto, prevede la corresponsione di un indennizzo in favore (tra gli altri) dei soggetti danneggiati da epatite virale a seguito del contagio da sangue o emoderivati infetti.

    Ci si augura che l’impianto normativo non venga modificato a discapito di tutte quelle persone che hanno subito un grave danno alla salute ed alla sfera esistenziale, lavorativa e di relazione, convivendo per anni con una patologia infettiva che in molti casi ne ha causato il decesso.

    Ricordiamo che il Ministero della Salute è stato riconosciuto responsabile per i danni causati da trasfusioni infette sin dalla fine degli anni Sessanta da più sentenze della Suprema Corte di Cassazione e che il numero dei soggetti titolari di indennizzo ai sensi della Legge n. 210/1992 diminuisce ogni anno, così come dimostrato dai dati forniti dalle Regioni in riferimento agli anni 2012, 2013 e 2014.

    Ed invero, in base anche a quanto verificato dall’osservatorio di EpaC-Onlus, così come da altre Associazioni di tutela dei danneggiati, le nuove domande di indennizzo già da diversi anni sono prossime allo zero: infatti, la maggior parte delle istanze è stata presentata negli anni Novanta, quando scoppiò lo scandalo del sangue e degli emoderivati infetti.

    Ci auguriamo che il Ministro della Salute e “la politica” dimostrino buon senso e facciano una sana riflessione in materia.

    La redazione di EpaC Onlus

    ATTO DI INDIRIZZO PER L’ANNO 2019
    Pagina 33 – 34

    In ordine alla gestione degli indennizzi e risarcimento danni da emotrasfusioni di sangue infetto e vaccini obbligatori si lavorerà a una revisione della legge 210/1992 e della legge 229/2005 relativa agli indennizzi in quanto il modificarsi delle conoscenze scientifiche e gli orientamenti giurisprudenziali in materia di danni da emotrasfusioni infette e da vaccini obbligatori rende consigliabile una revisione generale della normativa del settore.

    In particolare, appare urgente considerare l’attualità dei requisiti sulla cui base sono stati riconosciuti i benefici di legge. Infatti, la messa a disposizione da parte del Ministero a carico della fiscalità generale di nuovi farmaci curativi dell’epatite C, consentendo la guarigione dei soggetti, supera il presupposto della permanenza della menomazione che costituisce il requisito fondamentale del riconoscimento dell’indennizzo.

    Parimenti, l’evoluzione della farmacologia ha consentito anche la cura di patologie connesse alla
    vaccinazione.

    Ulteriore motivo che rende necessaria tale revisione generale risiede anche nell’esigenza di uniformare tale tipo di indennizzo a quelli erogati dallo Stato e aventi presupposti di solidarietà sociale.

    Rientra in tale ambito anche una definizione certa della quantificazione degli importi, finora oggetto di un notevole e gravoso contenzioso, conseguente ad alcune lacune della disciplina vigente.

    Nel 2019 il Ministero della salute sarà impegnato nell’implementare una reale condivisione informativa dei dati relativi agli indennizzi nonché la riattivazione di incontri di coordinamento Stato – Regioni per una riprogettazione del sistema informativo gestionale interno di questo Ministero. Ciò accompagnato da una riprogettazione e razionalizzazione dei processi interni con eliminazione di tutto il cartaceo e sola gestione digitale.

    Ciò sarà possibile solo attraverso reperimento di risorse anche attraverso compensazione su capitoli già esistenti. Tale intervento è limitato nel tempo (2/3 anni) e ha costi sostenibili.

    Infatti, con la delega delle funzioni statali in materia di indennizzo legge 210/92 alle Regioni, si è venuta a creare una parcellizzazione della gestione del medesimo indennizzo sul territorio nazionale che potrebbe essere prima mitigata e poi risolta attraverso la condivisione digitale delle informazioni.

    L’obiettivo è di monitorare il fenomeno, omogeneizzare i criteri di riconoscimento e creare un corretto scambio informativo tra Ministero della Salute, della Difesa (Commissioni medico ospedaliere della sanità militare) e regioni si ritiene quindi fondamentale l’attivazione di corrette procedure di comunicazione anche attraverso la costituzione di una banca dati comune che consenta a tutti gli attori del processo di conoscere in tempo reale lo stato di tutti i procedimenti afferenti la materia.

    Da ciò il Ministero potrebbe ricavare efficaci informazioni utili anche per la difesa in giudizio.
    E’, altresì, auspicabile l’estensione della procedura dell’equa riparazione ex all’art. 27-bis, comma 1, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114.

    Infatti, sulla base della positiva esperienza di deflazione del contenzioso in materia di risarcimento del danno anche per gli aspetti connessi al contenzioso sovrannazionale innanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), si potrebbe ipotizzare una estensione di una analoga soluzione anche per i contenziosi instaurati dopo il 1/1/2008.

    Fonte: quotidianosanita.it

  • Maria kr

    Regione calabria ancora non ce niente 6 bimestre mi sa che ci vuole gennaio per noi.siamo sempre nella stessa situazione negativa.se lo ricevete fate sapere grazie

    • Simone

      MARIA kr Come si vede l’Italia è una piccola patria provinciale e campanilista con grandi differenze in pochi km mettendo dubbi e guerre di quartiere… Spero che per il 2019 l’Italia arrivi ad eleminare questi piccoli confini mentali ed abbia una unica amministrazione per uno stato moderno Europeo.. Auguri di buon Anno a tutti

  • pinuccio

    se risponde a verità quello che ho saputo, da domani in poi il 6° bimestre è in cc. perché l’incarico del pagamento si dice che sia stato dato all’vv. Sassone il più alto in grado dell’ufficio ragioneria. Se qualcuno di banca Carime puo’ telefonare alla propria banca si potrà sapere se sono stati inviati i bonifici

    • Maria kr

      Salvatore chiama all ufficio 210 vedi cosa ti dicono per il bimestre perché ogni volta che chiamo io non dicono mai una parola giusta. Fallo sapere grazie

    • pinuccio

      se risponde a verità quello che ho saputo, da domani in poi il 6° bimestre è in cc. perché l’incarico del pagamento si dice che sia stato dato all’vv. Sassone il più alto in grado dell’ufficio ragioneria. Se qualcuno di banca Carime puo’ telefonare alla propria banca si potrà sapere se sono stati inviati i bonifici

  • Fabio

    Buona sera quello che non capisco è la “parola” guarigione , come scritto nella linea guida, perché in questi anni (trenta) mi è stato detto e dimostrato che se dalle analisi non risultava il virus in circolo (hcv rna) comunque non mi potevo ritenere guarito al 100% l’ennesima prova l’ho avuta tre anni fá… Banale intervento alla spalla in un ospedale pubblico da primo della lista mi hanno operato per ultimo alle 16 00 perché dalle analisi si evidenziava il mio contatto con l’epatite C, ho provato anche a donare il sangue ovviamente risulto hcv rna negativo da anni ma purtroppo mi hanno negato la possibilità sempre per lo stesso motivo……. Ma io sono GUARITO!!!
    BUON NATALE a tutti voi

    • Simone

      Fabio la parola guarigione che come ho capito io al100% non ci sarà mai va associata a la parola Conseguenze che si hanno avuti in tutti questi anni con possibilità mancate e a volte anche spesso nascondersi come degli impestati. Qui a me sembra che il ministero della salute vuole prendere una scorciatoia per utilizzare noi infettati come pagare debiti e promesse fatte da mariuoli azzecagarbugli..

  • Enzo

    Come dice il proverbio se tuona da una parte sicuramente piove. Il ministero della salute ha in progetto da tempo di togliere i vitalizi legge 210/92 cosa che non è stata avallata dai precedenti governi. Se il cosiddetto governo del “popolo”lega e M5S dovesse compiere questo abuso avrà la risposta da parte di tutti noi poveri infettati e colpevoli solo di aver contratto una malattia senza avere colpe !!! Se necessario andremo davanti al parlamento a manifestare i nostri diritti . Un saluto a tutti e buone feste !!!

  • Marcello Bassi

    Spett. Avv Cappellaro, nel caso in cui il governo dovesse decidere una revisione della legge 210/92 , considerando che , volutamente non ho aderito alla “equa riparazione” , potrei procedere ad una azione legale per risarcimento danno biologico nel caso in cui l’indennizzo venisse sospeso o rinegoziato ? Non ho mai fatto azioni legali contro il ministero e pertanto dovrei essere in condizioni di procedere ; La ringrazio ; PS = La mia speranza e’ Di evitare cause ma , se necessario, mi attivero’ con Lei per procedere nelle tutela dei miei interessi;

          • fabio

            buonasera Avvocato, lei pensa che veramente ci siano i presupposti per una norma sulla legge 210 o sono solo proposte effimere, perché dalle sue ultime risposte intendo che ci sarà di sicuro una nuova norma emanata dal ministero.
            grazie

            • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

              @ fabio
              al momento c’è una “manifestazione di intenti” del ministero della salute, una intenzione di procedere in una certa direzione.
              l’attuazione di questa intenzione spetta alla politica ed in particolare al parlamento, di propria iniziativa o su impulso del governo, ed è quindi nelle mani della attuale maggioranza.
              quindi l’emanazione di tale nuova norma è una possibilità, non una certezza, ed inoltre il contenuto di tale norma è, al momento, impossibile da determinare.
              cordiali saluti.
              alberto cappellaro

              • Antonio

                Avv pero l indennizzo che noi percepiamo è a vita nn possono prendere e toglierlo all improvviso ma volevo chiederle questo vale solo chi viene pagato dal ministero a anchr dalle regioni?

      • bruno

        Buongiorno Avvocato,
        volevo chiedere se le somme ricevute a titolo di indennizzo ex l 210/92 devono essere indicate nell’annuale dichiarazione dei redditi e se sono soggette ad irpef.
        grazie mille

  • Giuseppe Cappabianca

    Dovrei percepite gli arretrati dal ministero della salute dal 01/01/2013 ma fin d’ora non ho visto l’ombra di un solo Euro c’è qualcuno che mi saprebbe dire se ci sono novità in merito? spero proprio che ci sia visto che ho letto i vostri commenti ne sapete più voi che il mio legale vi ringrazio.

  • ALBINO

    Buonasera avvocato,
    le vorrei far notare, a proposito delle quattro sentenze riguardanti lo scomputo indennizzo/risarcimento, che, a mio modesto avviso, l’indennizzo è cosa diversa del risarcimento.
    L’indennizzo ha finalità FUNZIONALE, ovvero, provvede a ristorare la sopravvenuta incapacità lavorativa; quindi si sostituisce al mancato reddito lavorativo.
    Il risarcimento, invece, RISARCISCE il danno morale, materiale ed esistenziale subito.
    Poi, la epatite “C” non di eradica definitivamente, ma la si rende incapace di replica delle copie.
    Ciò significa che rimane la latenza della stessa.
    Tanto è che bisogna periodicamente sottoporsi a dei controlli di routine !

    Inoltre, un altro aspetto, rimane quello della formulazione del beneficio:
    “VITALIZIO” significa “vita natural durante” , questo è l’impegno “qualitativo” che la delibera della cencessione ha assunto !
    La perdita dell’indipendenza tra i poteri, significa la morte della democrazia! Voglio tanto augurarmi di sbagliare!
    La ringrazio vivamente per la sua gentile ospitalità, autorizzandola alla pubblicazione della presente e le sarei grato se volesse inviarmi direttamente copia della sua risposta.
    Cordialità
    Albino Bonacci

  • salvatore

    Egregio Avvocato, facendo tutti gli scongiuri , sulla eventuale revisione
    della legge 210/92 , questa avrebbe decorrenza immediata ,
    cioè in tempi ravvicinati , o avrebbe bisogno dell iter parlamentare ,
    che seguono tutte le leggi, richiedendo tempi lunghi ?
    Per il prossimo anno l indennizzo sarà erogato regolarmente
    o bisogna allarmarsi già dal prossimo bimestre?
    ringrazio e saluto salvatore

    =

  • Bruna

    Buongiorno avvocato le scrivo perché non riesco a capire se il ministero nell’ atto di indirizzo del 5 dicembre 2018 riguardo la possibile revisione della legge 210/92 si riferisce alle recenti cure per epatite C o anche interferone e ribavirina ? La ringrazio

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ bruna
      il problema andrà affrontato se e quando ci sarà una legge in vigore, come già detto non esprimo pareri su atti generici, privi di qualunque valore giuridico.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

    • Matteo

      Bruna, non c’è scritto, ma è evidente che se si parla di cura, si intendono tutte le cure, vecchie e nuove…. quindi anche interferone e ribavirina.

  • fabio

    Salve, ho letto su una circolare ministeriale “politiche per l’efficienza gestionale” della possibilità concreta di una revisione della legge 210/1992 , volevo sapere se c’è veramente la possibilità che questa proposta venga accettata.
    grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ fabio
      questa proposta è contenuta nelle “linee guida” per l’attività del ministero della salute per l’anno 2019, il testo è stato pubblicato in numerosi post su questo sito.
      a questo punto la questione diventa politica, nel senso che una revisione della legge 210 presuppone una modifica normativa, quindi il tutto è nelle mani dell’attuale maggioranza parlamentare.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • Simone

    Buongiorno.. Secondo me questi 5pippe sparando propaganda no Vax come una libera scelta senza nessuna informazione medica e scientifica.. Di medicina non ne sanno una sega… Come di epatite c è tutte le sue conseguenze connesse…sembra che per questi ritardati mentali è come prendere uno sciroppo per la tosse…

    • pinuccio

      Simone la penso come te, di medicina non capiscono nulla e sparano a vanvera. La sparizione del virus non vuol dire essere guariti, ma bisogna guardare i danni morali e materiali provocati in altri organi; gente che per non essere additata come appestata e guardata male da amici e colleghi di lavoro hanno lasciato lo stesso (pensionandosi) non capendo che solo per contatto di sangue si poteva essere contagiati, gente che dopo anni ed anni di cure vane con Iterferone e Ribavirina hanno subito danni ad altri organi come me l’asportazione della milza, ad altri danni renali, ad altri ancora hanno consigliato l’aborto per non avere i figli menomati, ecc. ecc. e gli strascichi lasciati in tutte le famiglie (con mogli tenute a distanza………….. e figli a mangiare a parte, usare stoviglie e quant’altro personali e potrei continuare, per un danno riconosciuto dallo stesso Stato Italiano e corte di Strasburgo. Sono degli emeriti Imbecilli che vogliono speculare sui veri ammalati. ( Grillo 5 Stelle ministro della salute e company), non si sono resi conto che con i soldi spesi per la guarigione li hanno e li stanno recuperando perché ognuno di noi guariti non fa più mensilmente, ogni bimestre, semestre e annualmente accertamenti diagnostici ( HCV Rna, Marher dell’epatite, RM, Ecografie e tutte le analisi di rutine). Quindi ci lascino in pace a leccarci le ferite che ci hanno creato, politici mettetevi l’anima in pace pure voi a discutere queste miserie, siamo quasi tutti anziani, ogni anno sono molti di noi che ci lasciano e recuperate i soldi del medicinale e dei bimestri E pensate anche che c’è molta gente di noi con figli disoccupati che vive col solo bonifico bimestrale lottando con le regioni per poterlo averlo pagato, non dimenticando che ancora aspettiamo gli arretrati degli anni 2012/2014 che altre regioni hanno pagato. Scusatemi per lo sfogo, ma l’ho ritenuto necessario in modo che le Associazioni e politi che potrebbero seguire questo Blog serio possano fare delle riflessioni e bocciare le proposte in parlamento. Non dimentichiamoci però che se………………. le vie legali sapranno agire. Buon Natale a tutti e all’Avv. Cappellaro che mi consente di esprimermi in questo blog. Pinuccio

      • salvatore

        e poi ancora , la presunta totale guarigione , non da luogo
        agli eredi di richiedere la reversibilità per anni 15 , come previsto
        dalla legge 210/92 ,
        I vecchi e i veri politici si preoccupavano non solo delle persone vive,
        ma anche per gli eredi ,in quanto un ammalato di epatite c non poteva dare il meglio di se per la famiglia ,mentre quelli di oggi ci tolgono il pane dalla bocca
        fregandosene delle drammatiche conseguenze .
        I veri politici non devono fare i ragionieri di stato , ma capire e farsi carico dei problemi reali delle persone . risolvendoli in positivo

      • Nino B.

        Pinuccio ai pienamente ragione tutto cio’ ke ai scritto lo stiamo passando noi questo la Dott..sa Giulia GRILLO dovrebbe saperlo e RPENSARCI MEGLIO .

      • Miky

        Dopo che lo Stato ha creato un danno tanto enorme quanto vergognoso , dimostrando il suo pressappochismo e leggerezza nelle trasfusioni, dovessero i 5 Stelle togliere quella sottospecie di vitalizio ( che i signori onorevoli prendono con il solo gettone di presenza….e talvolta neanche sono presenti ) , si rivelerà tutta la loro INETTITUDINE e MISERIA . Comunque , amici di sventura non preoccupatevi che non toccheranno nulla . Ma è già VERGOGNOSO ad averlo solo ipotizzato !!!! Sono veramente curiosi questi 5Stelle… a chi non lavora gli danno il reddito di cittadinanza, a chi lo Stato ha fatto ammalare per colpa e negligenza gli vogliono togliere quel poco di miseria che gli danno !!! Che menti ECCELSE questi 5Stelle che tra l’altro ho pure votato !!!
        Vi abbraccio tutti

        • Domy 75

          Se dovesse accadere che sta ministro Grillo si chiama cosi vero! ministra dei cittadini almeno doveva essere Così ,dovrebbe malaguratamente portare la richiesta della ex legge 210.92 in revisione ..dovremmo fare una mobilitazione generale non dico chi ne ha diritto quindi le persone malate questo No …ma almeno i famigliari ..sarebbe una cosa buona .. Non facciamoci cacciare quei pochi diritti che ci rimangono ..Io. ci sono ….adesso basta ..

        • Matteo

          Miky, quanto hai ragione!
          Ma io credo invece che lo toccheranno eccome. Sono soldi facili da togliere…
          Diciamolo a tutti coloro che ci sono vicini. Presto verrà il momento di votare e un bel segnale bisognerà pure farlo arrivare.

  • Francesco

    Bisognerebbe chiedere al presidente della commissione affari sociali marialucia lorefice del MoVimento 5 Stelle che ha sempre sostenuto la nostra causa cosa ne pensa dell’iniziativa del ministro della Salute grillo sempre dei 5 stelle

  • Simone

    Il mio virus ha le palle rotte… con tutti questi dementi delle istituzioni che ogni giorno ci complicano la vita.. Contagiandoci e mettendo a rischio tutta la famiglia e chi ci sta a contatto per queste conseguenze non c’è prezzo… Fare risparmio con la salute degli altri.. Si facciano dare nel c…o

    • renzo

      anche a me è stato detto questo, sia per la terapia con solo interferone che per quella in associazione con ribavirina.

      Se questo è il governo del popolo siamo a posto !

  • michele grispo

    buongiorno ,mi interessava sapere se il limite prescrizionale per ricorrere al ministero e di cinque o dieci anni dal momento del riscontro dell’infezione. Pongo questa domanda perché ho sentito che recentemente la normativa è stata modificata.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ michele
      la normativa è rimasta sempre la stessa.
      il termine è
      – per la domanda di indennizzo, di tre anni da quando vi è consapevolezza del contagio e la patologia è divenuta ascrivibile (termine di decadenza)
      – per la causa di risacimento, sempre 5 anni a decorrere al massimo dalla data di presentazione della domanda di indennizzo, salvo vi siano elementi per retrodatare la decorrenza ad una data precedente.
      I dieci anni, a decorrere dal decesso del danneggiato, valgono solo per i diritti risarcitori esercitati dagli eredi in proprio ed anche per le domande ex lege 210/92 presentate dagli eredi (assegno una tantum e assegno reversibile).
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

    • tony

      Michele, a completezza della tua domanda, i 10 anni decorrono per la responsabilità contrattuale es: contro gli ospedali e/o struttura sanitaria dove è avvenuto il presunto contagio.

  • Francesco

    Anche se non c’è ancora nulla di scritto la strada intrapresa dal ministero della salute è quella che porta alla revoca dell’ indennizzo a tutti quelli che si sono sottoposti alla terapia e risultano negativi al virus HCV e non presentano altre patologie legate alla malattia. Purtroppo noi non abbiamo gli stessi diritti dei nostri governanti il nostro vitalizio (da corrispondere a vita, così come riporta la lettera di riconoscimento della 210/92 del ministero) sarà oggetto di revisione mentre il loro vitalizio, anche se si tratta di una cosa diversa, non può essere revocato o ricalcolato perché è UN DIRITTO ACQUISITO e nonostante siano cambiate le leggi non si tocca.

  • Roberto

    Pare che il Ministro Grillo il prossimo anno voglia mettere anno alla Legge 210/92, la volontà emerge dal documento Atti di Indirizzo del Ministero della salute del 5 dicembre 2018. Da quanto ho capito vogliono eliminare l’indennizzo a fronte della guarigione dovuta all’impiego dei nuovi farmaci. Spero non facciano stupidaggini nei confronti di chi a seguito dell’infezione da epatite C ha dovuto subire un trapianto e che legittimamente credo continui ad avere diritto all’erogazione dell’indennizzo.

    • lucaluca

      Ciao spero che questo non avvenga mai… Ho dovuto subire un anno di cure che mi hanno praticamente distrutto! Alle fine della cura la malattia si è negativizzata! Non è giusto che tolgano l indennizzo a chi come me ha subito gravi lesioni per colpa della sanità!! Se hai nuove notizie aggiornaci… Grazie Roberto

  • Bracco Baldo

    Buongiorno Avv.to
    Sembrava, che l’equa riparazione avesse messo una pietra tombale sulla nostra triste vicenda, e invece, dopo tanti anni siamo nuovamente qui, a quanto pare, a doverci difendere dal Ministero. Pare infatti, come riporta il Quotidiano Sanità, che nel 2019 si andrà incontro a una revisione della legge 210/92, che potrebbe evolversi in una esclusione dai benefici dell’indennizzo, di quei pazienti sottoposti a cura “risolutiva”che vengono, ormai, considerati completamente guariti.
    Le chiedo ora: le pare realmente possibile questa nuova possibilità che si intravede all’orizzonte? Se così fosse, per molte persone sarebbe davvero una tragedia. Oltre il danno, la beffa! E’ proprio vero che non c’è limite al peggio…..
    La saluto e La ringrazio.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ bracco baldo
      ho letto il documento ma, come ho già scritto, non farò alcun commento in merito sino a quando non vi sarà un testo approvato ed entrato in vigore.
      bisognerà anche vedere come questa eventuale nuova norma verrà formulata.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

      • Roberto

        Buongiorno Avv.to,
        fermo restando che concordo su una valutazione che va fatta su un testo definito, secondola Sua percezione anche in base all’impalcatura ed i presupposti su cui si fonda la legge di indennizzo, è possibile che si possa arrivare ad una revocq? La legge in tal senso non garantisce un minimo di tutela agli eventuali colpi di mano? Grazie e buon lavoro

  • Francesco

    DAL EPAC ONLUS
    In ordine alla gestione degli indennizzi e risarcimento danni da emotrasfusioni di sangue
    10/12/2018

    L’Associazione Epac-Onlus ha appreso da Quotidiano Sanità del 5 dicembre 2018 che il Ministero della Salute ha previsto nell’Atto di indirizzo 2019 la revisione della Legge n. 210/1992 che, come noto, prevede la corresponsione di un indennizzo in favore (tra gli altri) dei soggetti danneggiati da epatite virale a seguito del contagio da sangue o emoderivati infetti.

    Ci si augura che l’impianto normativo non venga modificato a discapito di tutte quelle persone che hanno subito un grave danno alla salute ed alla sfera esistenziale, lavorativa e di relazione, convivendo per anni con una patologia infettiva che in molti casi ne ha causato il decesso.

    Ricordiamo che il Ministero della Salute è stato riconosciuto responsabile per i danni causati da trasfusioni infette sin dalla fine degli anni Sessanta da più sentenze della Suprema Corte di Cassazione e che il numero dei soggetti titolari di indennizzo ai sensi della Legge n. 210/1992 diminuisce ogni anno, così come dimostrato dai dati forniti dalle Regioni in riferimento agli anni 2012, 2013 e 2014.

    Ed invero, in base anche a quanto verificato dall’osservatorio di EpaC-Onlus, così come da altre Associazioni di tutela dei danneggiati, le nuove domande di indennizzo già da diversi anni sono prossime allo zero: infatti, la maggior parte delle istanze è stata presentata negli anni Novanta, quando scoppiò lo scandalo del sangue e degli emoderivati infetti.

    Ci auguriamo che il Ministro della Salute e “la politica” dimostrino buon senso e facciano una sana riflessione in materia.

    La redazione di EpaC Onlus

    ATTO DI INDIRIZZO PER L’ANNO 2019
    Pagina 33 – 34

    In ordine alla gestione degli indennizzi e risarcimento danni da emotrasfusioni di sangue infetto e vaccini obbligatori si lavorerà a una revisione della legge 210/1992 e della legge 229/2005 relativa agli indennizzi in quanto il modificarsi delle conoscenze scientifiche e gli orientamenti giurisprudenziali in materia di danni da emotrasfusioni infette e da vaccini obbligatori rende consigliabile una revisione generale della normativa del settore.

    In particolare, appare urgente considerare l’attualità dei requisiti sulla cui base sono stati riconosciuti i benefici di legge. Infatti, la messa a disposizione da parte del Ministero a carico della fiscalità generale di nuovi farmaci curativi dell’epatite C, consentendo la guarigione dei soggetti, supera il presupposto della permanenza della menomazione che costituisce il requisito fondamentale del riconoscimento dell’indennizzo.

    Parimenti, l’evoluzione della farmacologia ha consentito anche la cura di patologie connesse alla
    vaccinazione.

    Ulteriore motivo che rende necessaria tale revisione generale risiede anche nell’esigenza di uniformare tale tipo di indennizzo a quelli erogati dallo Stato e aventi presupposti di solidarietà sociale.

    Rientra in tale ambito anche una definizione certa della quantificazione degli importi, finora oggetto di un notevole e gravoso contenzioso, conseguente ad alcune lacune della disciplina vigente.

    Nel 2019 il Ministero della salute sarà impegnato nell’implementare una reale condivisione informativa dei dati relativi agli indennizzi nonché la riattivazione di incontri di coordinamento Stato – Regioni per una riprogettazione del sistema informativo gestionale interno di questo Ministero. Ciò accompagnato da una riprogettazione e razionalizzazione dei processi interni con eliminazione di tutto il cartaceo e sola gestione digitale.

    Ciò sarà possibile solo attraverso reperimento di risorse anche attraverso compensazione su capitoli già esistenti. Tale intervento è limitato nel tempo (2/3 anni) e ha costi sostenibili.

    Infatti, con la delega delle funzioni statali in materia di indennizzo legge 210/92 alle Regioni, si è venuta a creare una parcellizzazione della gestione del medesimo indennizzo sul territorio nazionale che potrebbe essere prima mitigata e poi risolta attraverso la condivisione digitale delle informazioni.

    L’obiettivo è di monitorare il fenomeno, omogeneizzare i criteri di riconoscimento e creare un corretto scambio informativo tra Ministero della Salute, della Difesa (Commissioni medico ospedaliere della sanità militare) e regioni si ritiene quindi fondamentale l’attivazione di corrette procedure di comunicazione anche attraverso la costituzione di una banca dati comune che consenta a tutti gli attori del processo di conoscere in tempo reale lo stato di tutti i procedimenti afferenti la materia.

    Da ciò il Ministero potrebbe ricavare efficaci informazioni utili anche per la difesa in giudizio.
    E’, altresì, auspicabile l’estensione della procedura dell’equa riparazione ex all’art. 27-bis, comma 1, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 114.

    Infatti, sulla base della positiva esperienza di deflazione del contenzioso in materia di risarcimento del danno anche per gli aspetti connessi al contenzioso sovrannazionale innanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), si potrebbe ipotizzare una estensione di una analoga soluzione anche per i contenziosi instaurati dopo il 1/1/2008.

    Fonte: quotidianosanita.it

  • Emiliano

    Salve,
    mia mamma usufruiva di questo contributo, è venuta a mancare il 28/10/2018 ed eseguendo le pratiche di successione abbiamo finora omesso la richiesta di sospensione del contributo.
    Quindi nel frattempo è pervenuto l’accredito in data 6/11 (relativo al mese di Ottobre) e oggi 6/12 quello relativo al mese di Novembre.

    Come posso capire quanto restituire, a chi,e come chidere la sospensione del contributo per causa morte?

    Un saluto

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ emiliano
      contattate l’ente che paga i bimestri, vi daranno loro istruzioni su come rimborsare quanto ricevuto in eccesso.
      ottobre sarà comunque dovuto per 28 giorni su 31.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

    • tony

      Emiliano, questa sentenza potrebbe interessarti!

      REVERSIBILITÀ INDENNIZZO EX LEGE 210 IN MANCANZA DI NESSO DI CAUSA TRA PATOLOGIA E DECESSO
      DI AVV. PAOLA SORAGNI · 26 GIUGNO 2017

      Pubblico la sentenza del Tribunale di Reggio Emilia che ho ottenuto relativamente a una causa avente come oggetto la reversibilità dell’indennizzo ex lege 210 per l’erede di danneggiato da sangue infetto, già titolare appunto di indennizzo prima del 2004. Il decesso è avvenuto per cause del tutto estranee alla patologia da HCV di cui soffriva il de cuius. La normativa sino al 2003 prevedeva comunque la reversibilità anche se non vi era il nesso. Poi è stata modificata con la finanziaria del 2003 per il 2004, rendendo necessario il nesso di causa anche per la reversibilità.
      La sentenza prevede l’importante affermazione che l’indennizzo acquisito sino al 2003 era “reversibile per 15 anni” ed è applicabile ancora tale normativa ai casi in cui il de cuius, avente diritto al l’indennizzo, lo aveva percepito entro il 2003 cioè prima che la finanziaria del 2003 fosse in vigore.
      sentenza

  • Battaglia carmelo

    Carissimo avvocato vorrei sapere mia sorella prendeva l’indenizio e a fatto causa allo stato nel2003 per il risarcimento ma ancora oggi non sappiamo niente mi puo dare qualche consiglio grazie

  • Valentina

    Gentile avvocato, a febbraio saranno due anni che il tribunale mi ha riconosciuto il diritto all’indennizzo. Non ho ricevuto notizie dal ministero. La trascrizione è avvenuta ad agosto 2017. Sa dirmi che tempistiche posso aspettarmi per iniziare a percepire la mensilità e gli arretrati?

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ valentina
      al momento il ministero sta liquidando, spontaneamente, sentenze notificate nel 2012 e nel 2013.
      le consiglio di contattare il suo legale e di procedere con il giudizio di ottemperanza avanti al tar competente.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

  • MARCO..

    Buon Giorno Avv. Cappellaro volevo chiedergli se gia sa gli importi dell Indennizzo ex legge 210/92 importi per 2019

    Grazie Mille è che DIO ci Aiuti SEMPRE è CHE NON CI ABBANDONA MAI

  • Palma Troiano

    Salve ho inoltrato il ricorso per richiesta UNA tantum 210/92 bocciatami dal cmo, mia madre è deceduta.
    A distanza di più di un anno il ministeri della salute ed il relativo medico legale hanno consegnato l’esito all’uff. indennizi.
    Cosa significa che il ricorso è stato accolto?
    Grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ palma
      da quello che lei scrive sembrerebbe che l’ufficio medico-legale abbia espresso parere positivo sulla sua pratica.
      per avere conferma dell’esito favorevole deve però aspettare la notifica del provvedimento finale, che le arriverà a mezzo raccomandata.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

        • Palma Troiano

          Buona sera, inoltre volevo chiederle, dopo l’esito vorrei inoltrare la denuncia per danno biologico.
          Noi figli siamo gli eredi, penso si chiama hiure ereditata.
          Ed ancora in essa si possono chiedere anche i danni morali?
          Mia madre è deceduta giovane 3 anni fa.
          Grazie

          • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

            @ palma
            se vuole appoggiarsi al mio studio mi contatti via mail (alberto@cappellaro.191.it) dopo che avrà ricevuto il provvedimento del ministero.
            prima di mandare qualsiasi documento attenda che le spedisca l’informativa concernente il trattamento dei suoi dati personali.
            cordiali saluti
            alberto cappellaro

  • Tina

    Ho sentito poco fa la contabilità Asl di Milano e parlavano di ritardi perché è cambiata la procedura , e quindi non ha saputo dirmi se entro venerdi saranno sul conto! Come da loro lettera però( la lettera ce l ho ancora) ricordo che c era scritto entro il 10 di ogni mese…
    Buona giornata

  • Francesca

    La Regione calabria sta giocando molto non vedono che le persone anno bisogno loro sene fregano basta che i pagano loro di altri sene fregano che Legia brutta si dovevano proprio vergognare non basata che rifanno ognni 2 mese e tifanno pure soffrire ma cirendano conto sta gente

  • Sabatino

    Scusate ma la regione Calabria sta giocando a scarica barile dai primi giorni di novembre che doveva pagare il 5 bimestre mo non si sa niente ma chi siamo pagliacci scusate lo sfogo

  • Giuseppe Cappabianca

    Si sa qualcosa per gli arretrati dal 30/01/2013 a tutt’oggi? visto che non si a nessuna notizia dal ministero della salute avendo inviato decine di mail senza mai avere notizie almeno solo a dire che un ciao il mio legale non può fare più nulla e questo doveva essere il il governo del combiamento.

    • bruno zirillo

      salve Sabatino, chiedo una cortesia: dato che mia mamma deve iniziare a percepire l’assegno bimestrale (a partire dallo 01.08.18), vorrei sapere, mediamente, qual è il ritardo della Regione nel pagamento dei bimestri e, ad oggi, quale bimestre ha pagato.
      Grazie per la cortesia.

      • Sabatino

        Allora adesso la regione deve pagare il 5 bimestre ,fino all’anno scorso era molto in ritardo con i pagamenti ,però da quest’anno fino al 4 bimestre è stata puntuale questo mese c’è un po’ di ritardo

  • pinuccio

    5° bimestre regione calabria verrà pagato regolarmente nei primi giorni di Novembre, per gli arretrati 2012/2014 si è a buon punto per il pagamento nel mese di dicembre se tutto procede bene. Daniela chiedo a te cortesemente che sei abbastanza informata o altri frequentatori del blog se ne sono a conoscenza, se hai qualcosa di scritto che la Comunità Europea abbia intimato all’Italia e quindi alle regioni di saldare gli arretrati 2002/2011 e 2012/2014 entro il 31.12.2017 e poi ho sentito spostato al 31.12.2018. Quanto richiesto per contestare la regione e accelerare il pagamento entro dicembre.

  • Rinaldo

    Salve, io con mia Madre sto passando un calvario, ho fatto fare visita a mia madre al CMO di roma ed e stata riscontrata la malattia presa da trasfusione, in pratica hanno confermato il nesso tra trasfusione e malattia, pero hanno riggettato per scadenza termini, ma si puo’, stiamo facendo appello e a marzo 2019 abbiamo la sentenza, ma intanto stiamo preparando per il risarcimento posso contattare qualcuno di Voi per capire meglio, visto che i miei avvocati sono stati una delusione ad oggi??? Grazie
    Rinaldo!!

  • eros

    buongiorno Avvocati, volevo porvi una domanda. Se io guarisco completamente con la nuova terapia per hcv, perdo il diritto all’indennizzo legge 210/92??? Grazie

  • valerio

    Buon giorno per causa accertata dal tribunale per colpa di una trasfusione infetta da epatite c , contratto durante un operazione ho qualche diritto? O meglio l’ente ospedaliero tramite la sua assicurazione a suo tempo mi ha “liquidato” il danno, ma oggi posso reclamare una forma di indennizzo o sussidio da parte dello stato italiano grazie.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ valerio
      per poterle rispondere occorre esaminare la documentazione, tenga però presente che lei, in teoria, potrebbe chiedere un vitalizio, ma la domanda deve essere tassativamente presentata entro tre anni da quando il danno ha raggiunto una certa soglia di gravità.
      per eventuali altre informazioni mi contatti via mail.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

      • valerio

        buon giorno e grazie per la sua precedente risposta, la documentazione e’ quella depositata con sentenza definitiva dal tribunale ora ne chiedo una copia. Quindi da quello che sto’ leggendo anche in altri siti e’ che la domanda e’ perentoria e va’ richiesta entro tre anni da quando il danno ha raggiunto una certa soglia di gravita’! Quindi i tre anni non centrano nulla con la data della conoscenza del danno e dall’apertura della causa civile? O mi sbaglio? La sentenza definitiva a mio favore contro l’ente ospedaliero e’ arrivata nel 2000. Francamente sino ad ieri non sapevo, né sono stato informato della legge 210/1992. Nel frattempo ho ottenuto un’invalidità al 100% con inabilità totale per l’incidente stradale ed ad oggi vivo con una miserabile pensione di soli 290,oo eu.. Spero di essermi spiegato, so’ che sono un “caso” difficile , buon lavoro Valerio
        copio ed incollo: http://www.diritto24.ilsole24ore.com/civile/responsabilita/primiPiani/2014/01/il-termine-di-decadenza-deccore-dalla-conoscibilita-della-irreversibilita-della-patologia-.php?uuid=ABdabkC

  • Simone

    avvocato dice che l’indennizzo è a vita ma dopo fatta terapia e negativizzato virus ci potrebbe essere variazione importo indennizzo dovuto? ??

      • Simone

        Grazie Giulio con il tuo Stop mi consoli 56anni licenziato da 2 anni da posto assegnato come invalido civ.76% con 2 figli..con questa sfiga di trasfusioni avuta nel 1985 ci mangiamo a fatica ma se riducono o tagliano pure questo. .scusa ma non ci rimane che dare via il cul. .ciao grazie per la risposta

  • ALESSIO-G.

    perché il Ministero non concorda il risarcimento ai talidomidici con questi valori della legge 210/1992 dei danneggiati da trasfusioni….?????

  • Paolo Rizzati

    Buongiorno,
    a seguito del decesso del titolare di indennizzo ex legge 210/92, gli eredi, allo stato attuale, che richieste possono presentare e a chi?
    Grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ paolo
      se il titolare muore a causa della patologia, gli aventi diritto possono optare tra assegno una tantum e assegno reversibile per 15 anni.
      deve essere proposta una nuova domanda, che avvia una procedura simile a quella promossa dal danneggiato.
      per eventuali altre informazioni mi contatti via mail.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • luca

    Buongiorno, mi chiamo Luca,epatite c per trasfusione nel 1978, ricevo indennizzo come da legge, ho letto da qualche parte che tale indennizzo non è a vita, ma sinceramente io sapevo il contrario, mi potete dire cosa prevede effettivamente la legge? grazie.

  • MARIO TATEO

    Buonasera Avvocato,
    il questo che ho da porLe è il seguente:
    Un paziente beneficiario dell’indennizzo ex legge 210/1992 inquadrato nell’8^ categoria decede in seguito a tumore. E’ sposato senza figli. Il coniuge avrà diritto alla reversibilità dell’indennizzo? E in caso affermativo, in quale percentuale?
    Grazie della Sua eventuale preziosissima risposta.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ mario
      la reversibilità spetta solo se il decesso è correlato alla patologia per la quale è stato riconosciuto l’indennizzo.
      in tal caso, l’avente diritto può scegliere tra assegno una tantum, liquidato in unica soluzione e pari a circa 77 mila euro, e assegno reversibile, liquidato per 15 anni per un importo pari all’ultimo percepito dal danneggiato.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • bruno zirillo

    è vero che i soggetti riconosciuti beneficiari di indennizzo l 210/92, possono agire giudizialmente verso il ministero della salute per chiedere il risarcimento del danno biologico da malattie connesse all’epatite da emotrasfusione? ovvio a condizione che ci sia il nesso tra epatite ed altre patologie. Se si quale sarebbe il beneficio per l’indennizzato e / o familiari? grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ bruno
      le confermo che c’è questa possibilità.
      tenga presente che il diritto al risarcimento dopo un certo tempo si prescrive, ovvero può essere inefficace a fronte di una eccezione sollevata dalla controparte nel corso del giudizio: la prescrizione decorre dal momento in cui il danneggiato è o può essere consapevole di essersi contagiato a seguito delle trasfusioni subite e decorre, al massimo, dalla data in cui è stato domandato l’indennizzo.
      il termine di prescrizione è di cinque anni se si agisce contro il ministero della salute, dieci se contro la struttura presso la quale è avvenuto il contagio.
      il risarcimento ottenibile è proporzionale alla gravità del danno ma, anche in presenza di un diritto non prescritto, è opportuno valutare con attenzione la convenienza della causa, considerata la possibilità che quanto ottenuto come indennizzo venga considerato come acconto del risarcimento e, quindi, detratto dal medesimo.
      per eventuali altre informazioni mi contatti via mail.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • Mimma

    Chiedo scusa cosa s intende per categoria? Visto che io, diretta interessata, percepisco sempre ogni bimestre la stessa cifra 1567.Come posso contattarLa in privato.Grazie

  • Lina

    Buongiorno Avvocato volevo porle una domanda, siccome ho 1 sentenza di Tar gia notificata a Roma e chiamando loro mi hanno detto che in settimana la passavano in ragioneria secondo voi entro quanto tempo verrà liquidata la ringrazio per la sua disponibilità

  • Giovanni

    Buon giorno gentile Avvocato. Sa dirmi da quale anno le Regioni pagano la rivalutazione dell’int.int.spec. L.210/92? . Se il Ministero paga dal 2002 al 2011, dal 2012 la competenza
    continua o è demandata alle Regioni?. C’è qualche decreto per orientarmi.
    Vuole essere così cortese da aggiornami?.
    Ringrazio per la Sua competente risposta.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ giovanni
      per coloro che non sono pagati dal MEF ma dalla regione o dalla asl, l’adeguamento è intervenuto dall’1 gennaio 2012.
      per gli arretrati, sono stati trasferiti fondi dallo stato alle regioni, alcune hanno provveduto, altre solo in parte, altre no.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • Rossana

    Mio figlio contagiato nel 1992 percepisce ogni due mesi circa 1.600 circa ogni due mesi un altra volta gli avevano dato gli arretrati aggiornamento ISTAT ci spetta qualcosa oltre questo non abbiamo mai fatto ricorso per il danno biologico possiamo farlo ora..O è troppo tardi grazie

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ rosanna
      per rispondere alla sua domanda occorre esaminare tutta la documentazione, previo conferimento di un mandato.
      se suo figlio è interessato mi faccia contattare via mail.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • Enzo da Reggio Cal.

    Sabatino da martedì mattina Banca Carime ha ha versato il bonifico ai propri clienti, le altre banche, posta ed altri enti lo stanno facendo da stamattina

  • Rosa

    Buongiorno Avvocato,
    alla morte della persona indennizzata, gli eredi hanno diritto a percepire ancora qualcosa o tutto decade?Nel caso di risposta affermativa avviene in automatico e tramite domanda?
    La ringrazio in anticipo per la risposta

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ rosa
      se la persona indennizzata muore a causa della patologia gli eredi possono domandare:
      – un assegno una tantum di circa 77 mila euro, ovvero la reversibilità dell’indennizzo percepito dal deceduto, ma per 15 anni (non per tutta la vita)
      – il risarcimento dei danni subiti in proprio a seguito del decesso del congiunto
      per la prima provvidenza occorre una domanda e, se rigettata, un ricorso gerarchico e poi eventualmente la causa, per il risarcimento occorre promuovere un giudizio avanti al tribunale civile.
      se vuole maggiori informazioni o un preventivo mi contatti via mail a partire dal 18 luglio prossimo.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro

  • luigino

    salve,
    qualcuno ha notizie in merito al pagamento del 3^ bimestre 2018 dell’indennizzo da parte
    della Regione Veneto. grazie.

  • F. B.

    Salve a tutti,
    vorrei sapere da chi percepisce l’indennizzo se nell’ultimo bimestre ha avuto una spesa di commissione di € 5,00
    È la prima volta che mi succede,
    Ho chiesto informazioni a Poste italiane x questa spesa, ma mi è stato detto che è la ASL che ha trattenuto la 5 euro sull’importo, per la commissione …
    Trovo tutto strano e non so se corrisponde alla verità, ma ora chiedo all’avvocato è corretto?
    Lo stanno facendo anche in altre regioni?
    Io appartengo alla regione Puglia e precisamente ASL di Taranto
    Grazie a coloro che vorranno rispondermi …
    F.B.

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ f.b.
      a miei clienti ad oggi non è capitato quindi non ho mai approfondito la questione ma, a prima vista, non parrebbe un comportamento legittimo.
      la questione andrebbe comunque valutata approfonditamente per esprimere un parere attendibile.
      cordiali saluti
      alberto cappellaro

    • Enzo da Reggio Cal.

      Ciao Sabatino buona Domenica, la situazione è come avevo postato giorno 9 Giugno e cioè per arretrati non se ne parla proprio, sono pronti i conteggi per tutte le Ctg ma soldi sul capitolo L.210 non ce ne sono. Per il terzo bimestre non ci sono problemi, mi dicono che pagheranno come al solito nella prima decina di Luglio e così per tutti i bimestri per l’anno 2018. Se ho notizie sugli arretrati posterò saluti

  • ROSA

    Buongiorno, no purtroppo nessuna novità. Chiamando all’ufficio e parlando con un addetto mi è stato comunicato che non ci sono novità in merito. Spero di esser smentita da notizie più ufficiali e precise ma temo non sia cosi.

    • Enzo da Reggio Cal.

      Buon giorno a Rosa e agli amici del blog, nessuna smentita al tuo post, ho avuto notizia 100% non dalla Regione Calabria, che saranno garantiti i bimestri di tutto il 2018. Per gli arretrati 2012/2014 invece dobbiamo dimenticarci per tutto il 2018. La regione nel dire che loro sono pronti con i conteggi per pagare è vero, ma il Ministero ancora non ha inviato il dovuto per mettere in bilancio L.210 e successivi passaggi. Se non interviene un miracolo del nuovo governo Grillino/Lega che prima delle elezioni protestava con tutti i mezzi in nostro favore, e ora può farlo, se ne parlerà nel 2019. Questo mi è stato detto da persona fidata e questo ho riportato fedelmente senza volere creare illusioni, saluti Enzo

  • Enzo da Reggio calabria3

    Buon giorno Sabatino, ho notizie sugli arretrati poco sicure, vale a dire che la regione potrebbe pagare nel mese di Giugno; Attendo conferma, per questo ancora non avevo postato. Per il bimestre invece stanno lavorando e il pagamento è previsto comr al solito (se……. come al solito non ci saranno problemi fi ritardo) nei primi giorni di maggio. È stata nominata la responsabile dell’ ufficio L.210 nella d.ssa Crucitti già conosciuta e aspettava fi avere la firma digitale, per cui in mancanza del Dir. Gen. in pensione potrà essere lei a firmare l’iter dei pagamenti del bimestre. Non appena saprò degli arretrati in concretezza posterò.

    • Carmelo

      Enzo hai fatto un calcolo a quanto dovrebbe ammontare la cifra degli arretrati 2012/2014 ? pure per regolarci che non siano cifre a casaccio che mettera’ la Regione ??

      • Enzo da Reggio Cal.

        Ciao Carmelo per gli arretrati ho fatto un calcolo approssimativo perchè può cambiare col tempo fino al pagamento, si dovrebbe aggirare intorno a 6/7.000,00 euro. Potrà darti conferma invece per il 2° bimestre che verrà pagato regolarmente nei primi giorni di Maggio, comunicazione di stamattina Ufficio L.210, mentre per gli arretrati ( stesso uff. L.210) attualmente nessuna prospettiva, in contrasto a quanto dicevano nel mese di maggio. Per cui attendiamo nuove notizie.

  • Enzo da Reggio Cal.

    Per gli amici del Blog che mi hanno messaggiato e whatsApp chiedendomi il MOD. di esistenza in vita, dico che non esiste un modello e riporto la mia dichiarazione di esistenza in vita che invio: con R.R.R., e-mail: a.loscerbo@regcal.it oppure f.celeste@regcal.it
    REGIONE CALABRIA
    DIPARTIMENTO DELLA SALUTE
    UFFICIO LEGGE 210/92 CITTADELLA REGIONALE LOCALITA’ GERMANETO 88100 CATANZARO

    Oggetto: Legge 25 febbraio 1992, n.210 ( vitalizio alla categoria …… )

    Come da richiesta del Dipartimento 11 Sanità,
    che il certificato di esistenza in vita bisogna inviarlo ogni QUATTRO mesi al fine della prosecuzione del Vitalizio assegnatomi, attesto con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che:
    il sottoscritto ………………..
    nato a ……………….
    il ………………
    residente a ………………. con domicilio in via …………….., consapevole delle sanzioni penali, nel caso di dichiarazioni non veritiere e falsità negli atti

    DICHIARA

    Che a tutt’oggi è persona vivente

    Vale per il secondo Quadrimestre ( Mag / Giu / Lug / Ago. ) 2018

    Reggio Cal. .04. 2018

    Saluti
    ……………………..

    NB: Da allegare copia doc. ident. firmato e datato
    Buona Domenica

  • Guido

    Buona sera avvocato. Vorrei sapere se lei o altri avvocati hanno fatto un ricorso o una iniziativa x lo slittamento del pagamento equariparazione. GRAZIE

    • Alberto Cappellaro L'autore dell'articolo

      @ guido
      al momento l’avvocato cestari ed io non abbiamo adottato alcuna iniziativa, per gli altri colleghi non posso ovviamente rispondere.
      cordiali saluti.
      alberto cappellaro